Piazzole vuote a Planica – Info Sport – Sci

Piazzole vuote a Planica – Info Sport – Sci

Immagini che non mentono

Sfortunatamente per gli appassionati di sport, non c’è atmosfera ai margini delle piste di Planica per lo sci di fondo e gli eventi nordici combinati. Solo il salto con gli sci, dove brillano gli sloveni, attira le persone.

“È vero che siamo un po’ soli, non c’è molta gente, è un peccato”. Lo ha spiegato, domenica, a RTS Damien Hediger un membro dello sci club Bex (Svizzera) che girava il mondo.

“È orribile vedere cabine vuote.” Lo ha detto, sempre domenica, Ivar Stoan, direttore sportivo del gruppo di combinata nordica in Norvegia.

La posizione di Planica, situata in fondo a una valle slovena, molto vicino all’Italia, non ha attratto molte persone. I tifosi tedeschi, italiani e francesi non esistono, i norvegesi, gli svedesi ei finlandesi, tranne i pensionati, non fanno il viaggio e ai locali non interessano le major.

Tutto questo ci regala un clima triste, un clima indegno dei Mondiali, ea questo fa seguito, va detto chiaramente, l’assenza delle squadre russe.

È chiaro che i tifosi russi, che sono ancora molto numerosi, non sono venuti, e soprattutto l’assenza di atleti ha trasformato lo sci di fondo maschile in un campionato norvegese.

Di conseguenza, tutti si allontanano da lei, o quasi. E da quando la Svezia, anche in assenza di Neprieva, Stupak, Sorina e Stepanova l’altra, schiaccia le gare femminili, la suspense non c’è più.

I norvegesi, che dicono di essere rimasti scioccati dalla mancanza di spettatori, hanno anche fatto una campagna ogni giorno per punire gli atleti russi, quindi dopo è difficile chiedere burro e soldi per il burro.

READ  La Federcalcio italiana ha revocato la squalifica di Romelu Lukaku dopo l'espulsione a Torino

Mettendo in scena i Mondiali di sci nordico nel cuore di una nazione inesistente nello sci di fondo e nella società nordica messi insieme, la FIS ha corso un rischio enorme. Quindi, aggiungendo molto meno interesse sportivo rispetto alle versioni precedenti, l’assenza di pubblico sembra del tutto naturale.

I fan, a differenza di molti media, non si lasciano ingannare…

Domenica 26 febbraio: L’arrivo della staffetta Nord davanti agli spalti deserti! (Immagini NRK)

jpeg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *