Per tenersi fuori dai riflettori, Israele invierà solo il vice-inviato alla sessione delle Nazioni Unite sull’Ucraina

Per tenersi fuori dai riflettori, Israele invierà solo il vice-inviato alla sessione delle Nazioni Unite sull’Ucraina

Un funzionario israeliano ha affermato che l’ambasciatore israeliano alle Nazioni Unite Gilad Erdan non parlerà al dibattito dell’Assemblea generale sull’invasione ucraina, per ordine del ministro degli Esteri Yair Lapid che vuole che Israele rimanga meno prominente prima di votare a favore di una risoluzione condannando la Russia. Martedì il Times of Israel.

Invece, il vice ambasciatore Nou Forman si rivolgerà all’Assemblea generale in un dibattito in programma martedì sera.

Criticando Erdan, una fonte con sede a Gerusalemme che ha familiarità con la questione ha detto a The Times of Israel che Lapid vuole assicurarsi che chiunque si rivolgerà al plenum si atterrà ai messaggi del governo israeliano, poiché il ministro degli Esteri vuole evitare una lite diplomatica.

Erdan aveva inviato ai giornalisti a Video clip Dal suo abbraccio al suo omologo ucraino Sergei Kiseltsya durante la sessione plenaria dell’Assemblea generale lunedì sera. Non è chiaro se ciò sia correlato alla decisione di Lapid di escluderlo dal dibattito di martedì.

Ma si dice che il ministero degli Esteri non abbia intrapreso una serie di passi recenti di Erdan, vale a dire le interviste che ha rilasciato alla stampa israeliana senza l’approvazione del governo, i contatti con gli attivisti del Likud e la decisione di strappare un rapporto del Consiglio per i diritti umani che criticava Israele in maniera discorso al plenum, che alcuni a Gerusalemme hanno sentito suscitare interesse L’argomento è più di quanto meriti.

La risoluzione dell’Assemblea Generale è quasi certamente approvata, con molti dei 193 Stati membri che esprimono pubblicamente il loro sostegno in Ucraina. Israele è determinato a sostenere la proposta.

L’ambasciatore di Israele presso le Nazioni Unite Gilad Erdan abbraccia il suo omologo ucraino Sergei Kislitsya alla sessione plenaria dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il 28 febbraio 2022. (Cortesia)

Martedì scorso, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov incontrato spalla fredda nelle Nazioni Unite. Decine di diplomatici si sono ritirati da due incontri alle Nazioni Unite a Ginevra, dove Lavrov è stato trasmesso in una dichiarazione video.

READ  Storia del cambiamento climatico sulla Grande Barriera Corallina

Nel frattempo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ricevuto una raffica di applausi dopo essersi rivolto al Parlamento europeo tramite collegamento video, in cui il presidente del Parlamento europeo Roberta Mitsula ha promesso che l’Europa si “alzerà in piedi” e sosterrà l’Ucraina.

Israele è stato finora cauto nei suoi commenti sul conflitto e il primo ministro Naftali Bennett ha evitato di criticare pubblicamente Mosca. La scorsa settimana, Israele ha respinto la richiesta degli Stati Uniti di co-sponsorizzare una risoluzione del Consiglio di sicurezza che condanna la Russia.

Lunedì, Gerusalemme era così cambia rottaLapid ha affermato che Israele sosterrà una risoluzione delle Nazioni Unite che condanna l’invasione russa dell’Ucraina, affermando che ha la responsabilità morale di condannare la Russia per le sue azioni e di fornire assistenza umanitaria agli ucraini.

“Israele si unirà e voterà a favore, insieme alla stragrande maggioranza dei paesi”, ha affermato Lapid Egli ha detto.

Ha aggiunto che gli Stati Uniti comprendono la necessità di cautela e apprezzamento di Gerusalemme nelle sue delicate relazioni con Mosca, a causa della presenza delle forze russe in Siria che si coordinano con Israele, nonché del gran numero di ebrei in Ucraina.

Apprezzi The Times of Israel?

Se è così, abbiamo una richiesta.

I nostri giornalisti mirano quotidianamente a tenerti aggiornato sugli sviluppi più importanti che meritano la tua attenzione. Milioni di persone si affidano a ToI per una copertura veloce, equa e gratuita di Israele e del mondo ebraico.

Ci preoccupiamo per Israele – e sappiamo che lo fai anche tu. Quindi oggi abbiamo una domanda: mostra il tuo apprezzamento per il nostro lavoro Unisciti alla comunità di Times of Israelun gruppo esclusivo per lettori come te che apprezzano e sostengono finanziariamente il nostro lavoro.

READ  La tassa di soggiorno di Bali inizia il 14 febbraio, con la possibilità di pagare in anticipo online

Sì, darò

Sì, darò

sei già un membro? Accedi per non visualizzare più questo messaggio

Sei un lettore professionista

Ecco perché abbiamo avviato The Times of Israel dieci anni fa, per fornire ai lettori più esigenti come te una copertura imperdibile di Israele e del mondo ebraico.

Finora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non abbiamo messo in atto un paywall. Ma poiché il giornalismo che facciamo è costoso, invitiamo i lettori per i quali The Times of Israel è diventato importante a sostenere il nostro lavoro unendosi a Società dei tempi di Israele.

Per un minimo di $ 6 al mese, puoi aiutare a sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel Annunci gratuiticosì come l’accesso CONTENUTI ESCLUSIVI Disponibile solo per i membri della comunità del Times of Israel.

Grazie,
David Horowitz, editore fondatore di The Times of Israel

Unisciti alla nostra comunità

Unisciti alla nostra comunità

sei già un membro? Accedi per non visualizzare più questo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *