Nella manifestazione contro l’Italia, i Beloiti sono in corsa per la qualificazione

Nella manifestazione contro l’Italia, i Beloiti sono in corsa per la qualificazione

E alla fine ne rimarrà solo uno. Solo una squadra potrà prendere parte agli Europei Under 17 in Estonia, dal 14 al 26 maggio. Oltre a Francia, Italia, Kosovo e Repubblica d’Irlanda, questo biglietto di qualificazione unico non vede l’ora di giocare durante l’Elite Round, organizzato dai dipartimenti dei Pirenei Atlantici, Lands-Ben-Bayonne (Stadio Didier-Deschamps) e Tarnus . .

E alla fine ne rimarrà solo uno. Solo una squadra potrà prendere parte agli Europei Under 17 in Estonia, dal 14 al 26 maggio. Oltre a Francia, Italia, Kosovo e Repubblica d’Irlanda, questo biglietto di qualificazione unico non vede l’ora di giocare durante l’Elite Round, organizzato dai dipartimenti dei Pirenei Atlantici, Landes-Ben Bayonne (stadio Didier-Deschamps) e Tarnusse (Giovanni). Parco sportivo André May.

Questo giovedì, i Bleuettes dell’ex nazionale Peggy Provost (92 presenze), autore di tre gol, hanno eseguito i primi 45 minuti di “riferimento” contro i transalpini (3-1). Inizio perfetto prima di andare avanti contro il Kosovo (domenica) e gli irlandesi (mercoledì).

Com’è stato questo primo incontro contro gli italiani?

Abbiamo fatto un buon primo tempo con le intenzioni nel gioco di squadra e la partita va avanti. Oltre alla buona disparità, abbiamo avuto anche un ottimo effetto ripresa. Questo ci ha permesso di fare la differenza in molte occasioni. Sono soddisfatto delle dinamiche del gruppo e del grande investimento del gruppo. Nel secondo tempo c’è stato meno impegno e potenza. Abbiamo ceduto terreno agli italiani, permettendo loro di riconquistare palloni.

Hai fatto il massimo battendo la migliore squadra sulla carta?

L’idea è di progredire partita dopo partita. Cercheremo di dare seguito nel miglior modo possibile contro il Kosovo e l’Irlanda. Il nostro obiettivo è necessariamente vincere questi due incontri rispettando i nostri avversari. Dobbiamo rimanere vigili. Il lavoro si svolge principalmente sul campo. L’idea è di fare la differenza il più rapidamente possibile. Aspiro anche alla rotazione in modo che tutte le ragazze possano beneficiare del loro tempo di gioco.Formiamo i nostri ragazzi a livello internazionale ed è importante che possano esprimersi e progredire nelle partite ad alto rischio.

READ  Auvernats nell'Europa del fuoristrada: sedi e medaglie per squadra, con la Francia

Qual è l’importanza di gestire questi turni di qualificazione nei governatorati?

È una buona idea allontanarsi il più possibile dalla capitale perché consente a club, leghe e province di svolgere operazioni. Per noi, questo fa parte della formazione. Le ragazze dovrebbero poter giocare ovunque in Francia davanti ai propri tifosi ma anche essere interrogate. Questo è qualcosa di importante in termini di sviluppo degli sport femminili. Dobbiamo essere aperti e mostrare la strada ai giocatori più giovani.

La nazionale francese under 17 femminile di Bayonne.

Yvonne Sharondery

dettagli

calendario
Il primo giorno (23 marzo). Italia – Francia: 1-3 (N. Traoré, Joseph, Ma. Mendy); Repubblica d’Irlanda – Kosovo: 3-0 Il secondo giorno (26 marzo). Repubblica d’Irlanda-Italia (Tarnuss, 1300 ore), Francia-Kosovo (Bayonne, 1600 ore) Il terzo giorno (29 marzo). Francia-Repubblica d’Irlanda (Tarnuss, ore 1500), Kosovo-Italia (Bayonne, ore 16:00)
mirtillo
Guardiani. Fernandez (Paris Saint-Germain), Marshall (Blowermel) I Difensori. Otien (Bordeaux), Ayoub (Saint-Etienne), Molot (Paris-Sangari), Sangari (Lione), Delaby, Delcroix e Polecnique (Lille) ambienti. Ben Khaled e Bertrand (Orléans), Camara (Marsiglia), Ibailene (Paris Saint-Germain), MA. Mendy (Lione), K Traore (Paris FC) aggressori. Joseph (Lione), Rimbaud (Montpellier), N. Traoré (Paris Saint-Germain), Eva Eva e Mai. Mendy (Le Havre)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *