Mediaset ricorre alla decisione sulla quota di Vivendi – fonti, indiscrezioni

VIVENDI

Mediaset ricorre al giudizio sulla quota di Vivendi – fonti | Crediti fotografici: Vivendi

MILANO, 22 gennaio (Reuters) – Mediaset ha presentato ricorso contro la sentenza del tribunale che ribalta la quota di Vivendi nel gruppo mediatico italiano.

Il mese scorso un tribunale amministrativo italiano ha ribaltato la decisione dell’autorità per le telecomunicazioni di limitare la quota del gruppo francese al 10%, una battuta d’arresto per il gruppo televisivo controllato dall’ex presidente Silvio Berlusconi.

Vivendi e Mediaset sono in lotta dal 2016, quando il gruppo francese ha rinunciato all’accordo per l’acquisizione della controllata della pay-tv di Mediaset e ha preso una quota del 29% che il gruppo italiano considera ostile.

A seguito della decisione dell’AGCOM, l’autorità italiana di regolamentazione delle comunicazioni, Vivendi ha dovuto trasferire i due terzi dei suoi diritti di voto in Mediaset a un trust, avendo l’AGCOM stimato nel 2017 che i suoi interessi in Mediaset e in Telecom Italia (TIM) è andata contro la disciplina sulla pluralità dei media.

La decisione del giudice amministrativo potrebbe, tuttavia, consentire a Vivendi di recuperare integralmente i propri diritti di voto e di intervenire maggiormente nella gestione del gruppo italiano.

Mediaset ha rifiutato di commentare, Vivendi non è stato raggiunto immediatamente.

(Elvira Pollina; versione francese Jean-Stéphane Brosse)



READ  Per visitare Venezia di giorno, presto dovrai pagare e prenotare la tua fascia oraria - edizione serale della Francia occidentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *