Mark Meadows, ex capo dello staff di Donald Trump, si è dichiarato non colpevole di frode elettorale in Georgia

Mark Meadows, ex capo dello staff di Donald Trump, si è dichiarato non colpevole di frode elettorale in Georgia

Mark Meadows, ex capo dello staff della Casa Bianca sotto Donald Trump, e altri due alleati dell’ex presidente degli Stati Uniti, si sono dichiarati non colpevoli delle accuse mosse contro di loro nel caso di sabotaggio elettorale in Georgia.

Il signor Meadows e gli avvocati John Eastman e Jeffrey Clark hanno presentato le loro istanze e hanno rinunciato all’udienza formale, che era stata fissata per mercoledì presso la Corte Superiore della contea di Fulton.

I tre sono stati accusati il ​​mese scorso, insieme a Trump e 15 coimputati, di aver tentato di ribaltare la sconfitta di Trump nelle elezioni del 2020 contro il democratico Joe Biden.

Il signor Meadows ha partecipato alle riunioni della Casa Bianca relative al tentativo di Trump di annullare la sua sconfitta elettorale.

I pubblici ministeri sostengono che abbia contribuito ad alimentare la cospirazione rilasciando false dichiarazioni sulle elezioni e abbia cospirato con Trump per ideare un piano per interrompere e ritardare la certificazione del Congresso delle elezioni del 6 gennaio 2021.

scaricamento

Il signor Meadows avrebbe tentato di fare pressione sull’investigatore capo dell’ufficio del Segretario di Stato della Georgia affinché accelerasse il processo di verifica della firma nella contea di Fulton.

Ha anche partecipato alla presunta telefonata in cui Trump ha spinto il segretario di Stato Brad Raffensperger a “trovare” voti sufficienti per invertire la sua lieve perdita nello stato.

READ  정의용 "대북제재 완화 검토할때"…한미일 외교장관회의도

Il signor Raffensperger ha rifiutato di farlo.

Meadows e altri quattro cospiratori stanno cercando di trasferire le accuse contro di loro al tribunale federale.

Il signor Meadows (fila in basso, secondo da destra) è tra le persone elencate insieme a Trump nell’atto d’accusa. (Prigione della contea di Fulton )

Eastman ha rappresentato Trump in una causa per ribaltare i risultati delle votazioni in quattro stati che l’ex presidente ha perso nel 2020.

L’accusa della contea di Fulton sostiene che Eastman faceva parte di una cospirazione per nominare elettori falsi.

Il rappresentante legale del signor Eastman ha descritto l’accusa come un tentativo di criminalizzare il discorso politico legittimo.

Il signor Clark era un funzionario di alto rango del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti che avrebbe cercato di persuadere Trump a licenziare il procuratore generale ad interim Jeffrey Rosen in modo che potesse assumere la direzione del dipartimento e aprire un’indagine sulle frodi elettorali in Georgia e in altri stati.

Donald Trump, in completo, parla con i giornalisti davanti a un aereo che porta il suo nome.

Trump si è dichiarato non colpevole e ha rinunciato alla sua accusa nel caso delle elezioni in Georgia. (AP: Alex Brandon)

Trump e il suo ex avvocato personale, Rudy Giuliani, si sono dichiarati non colpevoli la scorsa settimana e hanno rinunciato all’accusa formale.

Le accuse contro la Georgia rappresentano la quarta accusa di Trump da quando ha lanciato la sua campagna elettorale presidenziale nel novembre dello scorso anno.

Nonostante i suoi casi penali, rimane il favorito per la nomina presidenziale del suo partito nel 2024.

Reuters/AP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *