La Tanzania uccide 5 milioni di uccelli per salvare le risaie

La Tanzania uccide 5 milioni di uccelli per salvare le risaie

Un quelea dal becco rosso atterra in una risaia in Kenya, nel gennaio 2023. (Foto di Luke Dry/Getty Images)

  • La Tanzania stima di aver ucciso cinque milioni di uccelli Quelea nel suo ultimo abbattimento.
  • L’agenzia nazionale per il controllo dei parassiti afferma che sta proteggendo circa 1.000 ettari di colture commerciali, principalmente riso.
  • Questi uccelli sono conosciuti come locuste volanti e talvolta grandi stormi vengono bombardati dal fuoco.

L’Autorità per il controllo delle piante e dei pesticidi della Tanzania ha dichiarato mercoledì di aver abbattuto milioni di uccelli Quelea per impedire loro di distruggere le risaie, utilizzando droni e aerei per monitorare le fattorie commerciali.

La scorsa settimana l’Autorità fitosanitaria e pesticida della Tanzania (TPHPA), responsabile anche del controllo delle locuste del deserto, ha ucciso cinque milioni di uccelli Quelea nella regione settentrionale del Manyara, dove circa 1.000 acri di colture commerciali erano minacciati.

“Abbiamo ucciso stormi di cinque milioni di uccelli devastanti e ora stiamo monitorando altre aree”, ha detto al telefono il direttore generale ad interim del TPHPA Joseph Ndongoro all’AFP.

Questi piccoli uccelli dal becco rosso, che si spostano in grandi stormi, sono noti per distruggere i raccolti e le loro invasioni avvengono generalmente all’inizio della stagione secca, tra settembre e ottobre. A volte vengono chiamate locuste volanti e i metodi per controllarle includono il bombardamento di grandi stormi con il fuoco.

Ndongoro ha affermato che l’agenzia ha preso di mira gli sciami con irrorazioni aeree per un periodo di quattro giorni, uccidendoli prima che potessero danneggiare le risaie nel nord della Tanzania.

Ha aggiunto che la sorveglianza aerea è attualmente in corso in altre aree.

READ  Xinhua: il riso ibrido cinese aiuta l'Africa a raggiungere la sicurezza alimentare

Secondo TPHPA, gli uccelli sono in grado di distruggere più di 50 tonnellate di raccolti alimentari in un solo giorno.

Si ritiene che i quelea siano le specie di uccelli più numerose al mondo e in passato i governi di tutta l’Africa hanno avviato sforzi aerei e terrestri per contenerli.

Viviamo in un mondo in cui fatti e finzione si confondono

In tempi di incertezza, hai bisogno di un giornalismo di cui ti puoi fidare. Per 14 giorni gratuiti avrai accesso a un mondo di analisi approfondite, giornalismo investigativo, opinioni importanti e una serie di funzionalità. Il giornalismo promuove la democrazia. Investi nel futuro oggi. Successivamente ti verranno addebitati 75 SAR al mese. Puoi annullare in qualsiasi momento e, se annulli entro 14 giorni, non ti verrà addebitato alcun importo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *