La malattia mentale non è più una pandemia silenziosa

La malattia mentale non è più una pandemia silenziosa
Consulenza psicologica Dott.ssa Susan Getto. [File, Standard]

Come paese, abbiamo messo da parte le questioni che ruotano intorno alla salute mentale per troppo tempo. Questo è il motivo per cui assistiamo costantemente a strani eventi che lasciano tutti completamente scioccati. Non abbiamo intrapreso le azioni giuste per affrontare le malattie mentali e avremmo dovuto farlo quando i casi di malattie mentali hanno iniziato ad aumentare.

Quando abbiamo affrontato la pandemia di Covid-19, la nazione è stata lasciata ad affrontare molte sfide di salute mentale. I professionisti della salute mentale, inclusi psichiatri, psicologi, personale di orientamento e consulenza e assistenti sociali non sono pienamente utilizzati dal pubblico.

È importante capire che quando una persona fa determinate cose, il suo cervello non funziona normalmente come nel recente caso Kitengela in cui una giovane donna di nome Olivia Nasserian ha brutalmente ucciso la figlia di due anni e ha mangiato alcune parti del suo corpo.

La mente umana contiene una parte chiamata cervello animale o cervello di sopravvivenza che è simile al cervello degli animali e quando si affrontano pericoli, problemi o si soffre di una grave depressione allora questa parte del cervello può essere attivata.

Una persona del genere può commettere un crimine in un modo così crudele da lasciare tutti sotto shock, e persino le persone intorno a loro potrebbero dire di non aver mai pensato o immaginato che una persona del genere potesse fare qualcosa di questa portata.

In quel momento, il loro cervello non è più umano (quello che potrebbe interrogarsi sulle conseguenze, ad esempio se lo faccio, cosa succederà dopo o cosa succederà dopo) perché il cervello umano di solito non è in grado di funzionare normalmente quando il cervello animale è attivato.

READ  Corea del Norte lanza un progetto non identificato

È quindi importante che i kenioti inizino a comprendere i segnali che indicano che si sta attraversando un disturbo mentale per aiutarli a cercare aiuto osservando il modo in cui si vestono, mangiano o comunicano con gli altri.Quando ci sono cambiamenti, la famiglia dovrebbe avviare immediatamente conversazioni con E aiutali prima che la situazione peggiori.

Anche i colleghi possono notarsi l’un l’altro e se uno di loro inizia a cambiare, possono aiutarlo; Si può cambiare il modo in cui si vestono, arrivare al lavoro tardi, venire al lavoro ubriachi, parlare con i propri superiori o addirittura perdere il lavoro senza una buona ragione, specialmente se hanno apprezzato il loro lavoro prima.

C’è una malattia mentale in Shakkula perché il leader ei suoi seguaci possono essere malati di mente.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha una guida di primo soccorso psicologico, quindi le famiglie e i seguaci della setta di Malindi dovrebbero essere presi attraverso il primo soccorso psicologico.

Non solo le famiglie o altri seguaci della chiesa, ma tutte le persone coinvolte, in particolare i giovani che hanno eseguito l’esumazione, funzionari governativi come la Direzione generale per la difesa dei bambini, agenti di polizia, giornalisti e attivisti per i diritti umani sono nella shakhola e non dovrebbero essere permesso di tornare a casa senza consulenza.

– Il dottor Jitau è uno psicologo consulente

argomenti correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *