“La forma è buona”, conferma Julian Alaphilippe, che si sta godendo l'aria fresca del Tour italiano

“La forma è buona”, conferma Julian Alaphilippe, che si sta godendo l'aria fresca del Tour italiano

Dopo aver iniziato la stagione senza grandi sussulti, il francese scoprirà le strade italiane e punterà alla vittoria nella prima tappa di sabato a Torino.

Francia TV – Redazione sportiva

pubblicato

aggiornare


Tempo di lettura: 2 minuti

Julian Alaphilippe durante il Tour de Romandie, 23 aprile 2024. (FABRICE COFFRINI/AFP)

Si dissiperà finalmente la nebbia che circonda Julian Alaphilippe in Italia? Il pugile francese scoprirà le vie del Giro da sabato 4 maggio per la sua 11esima stagione da professionista. È stato selezionato con la sua squadra per provare a rilanciare una carriera che è stata scossa da un fallimento dopo la sua sfortuna al Giro delle Fiandre, nell'ottobre 2020.

Quasi 32enne, Alaphilippe ha cambiato la sua preparazione nel 2024, iniziando la sua stagione agli opposti, con un sesto posto al Tour Down Under. Pensavamo che la sua caduta all'Omloop Het Nieuwsblad durante il suo ritorno in Europa, il 24 aprile, avrebbe riportato la sua sfortuna cronica sull'asfalto per due anni, soprattutto perché allora era manager Giro delle Fiandre con un ginocchio rotto. MMa non è successo niente.

I Montluçonnais non hanno impressionato particolarmente dopo, nonostante abbiano ottenuto un interessante piazzamento nella top-10 alla Milano-Sanremo di metà aprile, ma non c'è semaforo rosso all'inizio di questo round in Italia. “Sono in buona forma. Non ho fatto un corso alto, ma ho fatto un buon Romandie a fine aprile, il che è importante per la mia preparazione. Mi sentivo come se stessi facendo progressi ogni giorno.”Il due volte campione del mondo (2020 e 2021) lo ha spiegato giovedì in conferenza stampa.

READ  Thomas Sighetti, ha scritto la sceneggiatura della finale ITF di Clermont-Ferrand

Si avvicina alla scadenza del suo contratto quest'estate con il suo allenatore storico, Soudal-Quick-Step, e si è posto un obiettivo prima di lasciare il suo bozzolo, mentre i rapporti con il suo manager Patrick Lefebvre sono diventati delicati.

In corsa per la vittoria di tappa al Giro d'Italia, è l'unico che manca alla sua collezione, che ne conta sei al Tour de France e una al Giro di Spagna. “Vedremo come andrà, ma voglio fare del mio meglio per non avere rimpianti. Sarebbe bello vincere per completare la mia collezione di vittorie di tappa nei Grandi Giri, ma non sarà facile”.

Con una squadra costruita attorno al velocista Tim Merlier ma senza un leader per la classifica generale, Julian Alaphilippe avrà carta bianca, il colore che ama, per navigare verso buone mosse, mentre dietro al grande favorito Tadej Pogacar le occasioni non dovrebbero mancare. Da non perdere.

Questo potrebbe essere il caso a partire dalla prima tappa, sabato. Il tracciato accidentato, con una difficoltà finale che comprende il 16% di passaggi e la cima situata a 22 chilometri dall'arrivo, ha tutto per soddisfare. “Punto alla prima tappa, che sarà una buona occasione per capire subito a che punto siamo. Abbiamo fatto delle ricognizioni e sarà una tappa molto difficile e tesa, so che ci sarà la possibilità di parteciparvi la prima tappa Indossare queste scarpe sarà un sogno, ma sarà molto difficile e ci saranno tante sfide”.Ambizione francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *