La cucina italiana di Giovanni Passerini sotto una splendida vetrata dell’Hôtel des Grands Boulevards

Di Manon C. Foto di Manon C. Inserito il 23 marzo 2022 alle 15:22

L’Hôtel des Grands Boulevards nasconde un gustoso ristorante italiano adagiato sotto uno splendido tetto in vetro, il cui menù è firmato dallo chef Giovanni Passerini.

È un indirizzo segretoben nascosto sul fragorosi Grands Boulevards. Alla fine di un piccolo passaggio verde si nasconde l’Hôtel des Grands Boulevards, un affascinante albergo ospitato in un edificio risalente al rivoluzione francese. Superate le porte a vetri, in fondo a a corridoio accoglienteuna magnifico baldacchino case, nel cortile inondato di luce naturale, il Ristorante d’albergo 4 stelle.

All’origine della carta, un personaggio noto nel gastronomia pariginail Lo chef italiano Giovanni Passeriniacclamato e acclamato per il suo ristorante italiano Passerini, nel 12° arrondissement. Ne troviamo anche, nel menu del ristorante dell’Hotel des Grands Boulevards, alcuni specialità dello chef transalpinocome questi favolosi trippa alla romana (21€), trippa di manzo, pecorino e menta fresca da mettere in tutte le bocche, anche a chi non ha particolare appetito frattaglie.

Ristorante - Hotel Grands BoulevardsRistorante - Hotel Grands BoulevardsRistorante - Hotel Grands Boulevards

Anche qui il ristorante rivisita il grandi classici della cucina italianaeseguito con maestria ed eleganza dal Lo chef Mariola Cid Corral. Certo, la provenienza, il cortocircuito e la stagionalità dei prodotti freschi che sfilano in cucina hanno la precedenza, e tutto si fa sentire nel piatto, come in questo tortino di asparagi verdi (19€), il primo di stagione, aromatizzato con semi di sesamo tostati; questi bei salumi italiani (19€) o anche questo brodo di carciofi (25€) e gli gnudi, palline di ricotta, parmigiano, semola e spinaci.

Anche la gastronomia italiana svela i suoi pregi bellissimi animali, carne e pesceche parlano a fianco prodotti di avvio e altri paesi soleggiati. Il Fusilli al ragù di anatra Challans (27€), condita con dragoncello, olive e parmigiano, ci manda a vagabondare sotto gli evasori della Toscana; il coda di rana pescatrice (32€), aromatizzato con un’emulsione di peperoni piquillo, basilico, e servito con germogli di broccoli stuzzicati e guancialequesto bel pezzo di bidoche birichina, ci farebbe quasi cercare un volo espresso per l’Umbria.

READ  Juventus Torino - Cristiano Ronaldo rivela: Meglio guardare UFC e boxe che calcio

Ristorante - Hotel Grands BoulevardsRistorante - Hotel Grands BoulevardsRistorante - Hotel Grands BoulevardsRistorante - Hotel Grands Boulevards

Naturalmente, concediamo tutto uno buon conchisottilmente consigliato dal sommelier del ristorante, a cocktail creativo o a coda finta rinfrescante. Bevande che si trovano un po’ più in alto, dentro ultima fase dall’Hôtel des Grands Boulevards, su a piccolo tetto con vista sui tetti di Parigi, Il capannone. L’indirizzo, aperto dalle 17:00 alle 23:00, è popolare e si consiglia la prenotazione.

Lo sfortunato può sempre ripiegare su The Shell, l’altro cocktail bar situato, questo, al livello del ristorante, e la sua decorazione atmosfera speakeasy. La nostra scoperta del ristorante si ferma, da parte nostra, prima dei dolci – il dolce d’avena, invece, ci ha fatto sentire dentro – i piatti essendo abbondantemente servitoma è certo che torneremo per scoprire gli altri aspetti di questo hotel dai mille segreti.

Questo test è stato effettuato nell’ambito di un invito professionale. Se la tua esperienza è diversa dalla nostra, faccelo sapere nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.