La campagna di svapo prevede l’installazione di telecamere nei corridoi dei bagni delle scuole

La campagna di svapo prevede l’installazione di telecamere nei corridoi dei bagni delle scuole

Telecamere e sensori vengono installati nei corridoi dei bagni della Rangiora High School nel tentativo di eliminare lo svapo.

La crescente epidemia di svapo ha lasciato le scuole di North Canterbury alle prese con i modi per gestirla.

Il preside della Rangiora High School, Bruce Kearney, ha affermato che lo svapo ha portato a riunioni antisociali intorno ai bagni e che la scuola è determinata a eliminarlo.

“Gli studenti spesso svapano nei nostri bagni in grandi gruppi, e può essere intimidatorio per i nostri studenti utilizzare effettivamente i bagni per lo scopo previsto.”

Le telecamere sono state installate nell’edificio principale di Rakahuri nei corridoi dei bagni, e altre telecamere e sensori verranno gradualmente installati in tutta la scuola.

Telecamere e sensori erano costosi e drenavano denaro all’istruzione, ma lo svapo è andato fuori controllo e le scuole sono state lasciate ad affrontarlo nel miglior modo possibile, ha detto.

Vengono installati segnali per indirizzare gli studenti verso la posizione delle telecamere e dei sensori per lo svapo.

“Non avremmo mai dovuto trovarci in una situazione in cui i giovani diventano dipendenti da un prodotto che dovrebbe aiutare le persone a smettere di fumare”.

Il presidente del consiglio di amministrazione della scuola, Simon Green, ha affermato di aver ricevuto feedback positivi dagli studenti dopo l’annuncio.

“Non abbiamo ancora avuto problemi di privacy e sono posizionati solo nei corridoi e non nei cubicoli stessi, quindi non c’è alcun problema di privacy.

“I sensori sono molto efficaci nel rilevare le persone che utilizzano la toilette per uno scopo diverso da quello previsto.”

Kearney ha affermato che la scuola sta esplorando programmi per la dipendenza con l’infermiera scolastica nel tentativo di sostenere gli studenti dipendenti dallo svapo.

READ  Report: I talebani impediscono alle donne di partecipare alle celebrazioni dell'Eid in due province | notizie dal mondo

Invita inoltre i genitori a sostenere la scuola per consentire al personale di “distruggere” i prodotti di sigaretta elettronica sequestrati.

Jason Reed, preside della Kaiapoi High School, ha detto che la sua scuola ha esaminato le telecamere e i sensori ma ha scoperto che erano “troppo costosi”.

“Disponiamo di modalità adeguate per monitorare quando è probabile che si verifichi lo svapo e possiamo discuterne”.

Ma ha affermato che lo svapo è un problema crescente nelle scuole ed è seriamente preoccupato per i rischi per la salute in corso.

Sebbene lo svapo, come il fumo, sia vietato nelle scuole, è stato dimostrato che crea dipendenza, ha detto, portando ad ansia, maggiore motivazione e irritabilità mentre gli studenti desiderano il loro prossimo tiro.

“Non sappiamo abbastanza sugli effetti a lungo termine delle sostanze chimiche, ma sappiamo che sono sostanze che creano una forte dipendenza.

“Ora abbiamo studenti in cerca di supporto per fare un passo indietro.

“Si rendono conto che controlla le loro vite e influenza il modo in cui funzionano in classe.”

Reid ha detto che gli piacerebbe vedere lo svapo diventare una prescrizione soggetta a prescrizione medica per smettere di fumare.

Di David Hale, giornalista della democrazia locale

Local Democracy Reports è giornalismo di interesse pubblico finanziato attraverso NZ On Air

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *