jhm | Ritorno dall’Italia per Kalypso

jhm |  Ritorno dall’Italia per Kalypso

Partiti sabato 2 settembre da Saint-Dizier e Chaumont, i 55 membri dell’associazione Kalypso, con sede a Chaumont, hanno preso l’autobus guidato da Pierre, diretto in Svizzera. Passarono attraverso il passo del Sempione a 2.000 m di altitudine. Capolinea Omégnia, sulle sponde del Lago d’Orta.

I viaggiatori si sono poi diretti verso il Lago Maggiore e hanno visitato le Isole Borromee con i loro pescatori e il relativo sito dell’Isola Bella. È seguito un giro del Lago d’Orta e della cittadina – in trenino – poi quello del Lago di Garda, prima di dormire a Solferino. Prima, il giorno dopo, congiungimento a Simione, e giornata di vela con pranzo sul Lago di Garda. Il circuito del mercoledì li porterebbe a salire al memoriale della battaglia di Solferino, e a visitare la torre, il museo e l’ossario. Nel pomeriggio è prevista una deviazione al piccolo borgo medievale di Borgohetto Sul Mincio. Il giorno seguente è stato dedicato alla visita guidata di Verona, con Romeo e Giulietta in testa. Venerdì, trasferimento in vaporetto da Piazzale Tronchetto a Piazza San Marco, da dove si irradiavano i viaggiatori: Campanile, Palazzo Ducale, Ponte dei Sospiri, Rialto e giro in gondola. Il fine settimana si è diviso tra la visita alla località balneare di Salô, capitale effettiva della Repubblica Sociale Italiana di Musolini dal 1943 al 1945… e il ritorno, attraverso il Traforo del Monte Bianco. Un viaggio bellissimo, che ha raccolto tanti ricordi.

Dal nostro corrispondente Norbert Monzein

READ  L'agenzia di marketing influence Ykone acquisisce l'italiana MB New Media Agency

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *