In Mozambico, visita del presidente italiano incentrata sul gas

In Mozambico, visita del presidente italiano incentrata sul gas

Il presidente italiano Sergio Mattarella ha incontrato il suo omologo mozambicano Filipe Nyusi a Maputo martedì (5 luglio) per discussioni incentrate sullo sfruttamento e la fornitura di gas, a Roma che cerca di ridurre la sua dipendenza energetica nei confronti della Russia.

La visita arriva mentre la produzione di gas naturale al largo del Mozambico da parte del colosso italiano dell’energia Eni, che guida il progetto da 6,2 miliardi di euro, dovrebbe iniziare questo semestre.

“Il prossimo avvio delle esportazioni di gas naturale liquefatto dal sito di Coral Sul, gestito da Eni, è un traguardo importante che dimostra quanto sia preziosa la nostra collaborazione”ha detto Mattarella in una conferenza stampa nella capitale mozambicana.

Perforazione in acque profonde

La nave Coral-Sul, la prima piattaforma offshore di liquefazione del gas naturale dispiegata nelle acque profonde del continente africano, con una capacità produttiva annua di 3,4 milioni di tonnellate, è arrivata al largo del Mozambico nel gennaio 2022.

Un attacco jihadista su larga scala nel marzo 2021 nel nord-est del Paese ha sospeso la corsa al gas per i giganti mondiali del settore. La francese TotalEnergies ha sospeso fino a nuovo avviso un progetto dal peso di 16,5 miliardi di euro.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Gas africano, alternativa alle importazioni russe per gli europei?

Ma Eni, scommettendo sulla liquefazione del gas in mare aperto, sembra andare bene e ha mantenuto gli obiettivi di produzione. A giugno, la società ha confermato i progressi nell’installazione della sua piattaforma.

Dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, l’Italia ha intrapreso un’offensiva diplomatica in Africa per uscire dalla sua dipendenza dal gas russo. Sono stati firmati accordi con Congo, Angola e Algeria. L’Italia è uno dei maggiori consumatori europei di gas, il 95% del fabbisogno è importato, di cui il 45% dalla Russia.

READ  Dedico la vittoria a Veronica Franco

Per non perdere nessuna novità africana, iscriviti alla newsletter del Africa mondiale da questo link. Ogni sabato alle 6 del mattino, trovi una settimana di notizie e dibattiti curati dalla redazione del Africa mondiale.

Il mondo con AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *