In Asia è stato scoperto un rinoceronte gigante, più grande di qualsiasi mammifero | Scienza

C’è stato un tempo in cui sulla Terra vivevano creature enormi, così enormi da far fuggire terrorizzati gli animali più grandi di oggi. Tra questi c’era il rinoceronte gigante, una famiglia di mammiferi estintasi più di 16 milioni di anni fa e che abitava gran parte dell’Asia, raggiungendo l’Europa orientale. Ora, la scoperta di una nuova specie di rinoceronte gigante chiarisce molti dubbi sull’evoluzione di questa famiglia di megafauna, che ha ispirato i creatori della saga Guerre stellari design per titanic Veicolo blindato quad con cui l’impero puniva i ribelli.

Il nuovo animale scoperto, più alto della giraffa e che si nutre delle cime degli alberi, è stato battezzato Linksyensis Paraceratrium, dove il cranio e la mandibola studiati sono stati trovati nel bacino di Linxia (nella regione centrale della Cina), secondo lo studio che pubblicato in Biologia della comunicazione. Fossili finora trovati per questo gruppo di mega-mammiferi (Paraceratrium) indicano che viveva principalmente nelle aree di quelle che oggi sono Cina, Mongolia, Pakistan e Kazakistan. Grazie a questo nuovo membro della famiglia è possibile comprendere l’evoluzione e la distribuzione delle sei diverse specie di rinoceronte gigante in tutta l’Asia durante l’Oligocene, circa trenta milioni di anni fa, quando esistevano altre megafauna come il mastodonte o il colosso.

“Non ha corno e assomiglia più a un cavallo che a un rinoceronte. La sua testa può raggiungere i sette metri di altezza per raggiungere le foglie delle cime degli alberi”

Tao Ding, Istituto Cinese di Paleontologia dei Vertebrati

A quel tempo, il rinoceronte gigante non aveva un corno come il suo pronipoti, dall’altopiano mongolo all’Asia meridionale lungo la costa orientale del Mare di Tetide e forse attraverso il Tibet. La possibilità della sua distribuzione verso sud in Tibet, supportata da varie prove, indica che l’altopiano tibetano non era ancora l’attuale Grande Muraglia che rallentò l’espansione di questi giganti.

READ  In auto, in TGV o alla velocità della luce: quanto tempo ci vuole per arrivare su questi esopianeti?

Il professor Tao Ding, dell’Accademia cinese delle scienze, spiega in una nota dell’istituto che “le condizioni tropicali del tardo Oligocene hanno permesso al rinoceronte gigante di tornare a nord dell’Asia centrale, il che significa che la regione del Tibet non è ancora salita come un’alta -altopiano di altitudine.” Gli scienziati calcolano che ci saranno aree sull’altopiano tibetano che non avrebbero raggiunto i 2.000 metri di altezza e, di conseguenza, hanno permesso il passaggio dei più grandi mammiferi terrestri, che possono essere paragonati solo ai più grandi mastodonti.

Distribuzione di rinoceronti giganti durante l’Oligocene.tao ding

Nello specifico, i fossili di specie scoperti da Tao Ding dell’Istituto di paleontologia dei vertebrati di Pechino e dal suo team risalgono a 26,5 milioni di anni. Probabilmente viveva in aree boschive aperte, nutrendosi di alberi come le moderne giraffe. Il team che ha pubblicato lo studio stima che avrebbe potuto pesare circa 21, o fino a 24 tonnellate, ed era alto cinque metri alle spalle, più altri due al collo e alla testa. Gli elefanti africani, i più grandi mammiferi terrestri dell’epoca, pesavano in media circa sei tonnellate e la giraffa più lunga registrata misurava meno di sei metri. “Il rinoceronte gigante non ha corno e assomiglia più a un cavallo che a un rinoceronte. La sua testa può raggiungere i sette metri di altezza per raggiungere le foglie delle cime degli alberi”, spiega Deng. nuovo mondo. La lunghezza del cranio trovato è più di un metro, il che dà un’idea delle dimensioni dell’animale.

Puoi scrivermi [email protected] e segui Cosa Sopra Sito di social network FacebookE il Twitter e Instagram, o registrati qui per ricevere Newsletter settimanale.

READ  Il maiale selvatico è testimone della storia del Madagascar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *