Il programma dell’apertura dei Mondiali di Sci Alpino a Cortina d’Ampezzo

Lunedì 8 febbraio: combinata femminile

Detentore del titolo : Holdener (SUI)

La particolarità dell’apertura dei Mondiali è questa combinata che ormai sopravvive solo ai Giochi e ai Mondiali. Gli sciatori non avranno quindi avuto ripetizioni in Coppa del Mondo prima di intraprendere una sequenza finalmente invertita di slalom (una manche, 11 ore) e superG (14:30). Le favorite, le conosciamo: oltre a Wendy Holdener, incoronata ad Are nel 2019, la versatile del circuito, prima fra tutte l’altra svizzera Michelle Gisin, la slovacca Petra Vlhova, leader di Coppa del Mondo, l’italiana Federica Brignone, in casa, e ovviamente l’americana Mikaela Shiffrin, che per l’occasione si sta rilanciando nelle discipline veloci.

Martedì 9 febbraio: superG donne e uomini

Titolari del titolo : Shiffrin (USA) e Parigi (ITA)

Leader della Coppa del Mondo : Gut (SUI) e Kriechmayr (AUT)

Grande secondo giorno con i due superG nel menu: le donne aprono alle 10:30 e gli uomini chiudono alle 13. Giornata svizzera? Tra le donne, Lara Gut-Behrami rinasce questo inverno. Ha già vinto due volte a Cortina e ha appena vinto gli ultimi quattro superG con un margine spesso ampio. Tra gli uomini può sperare anche il giovane dotato Marco Odermatt anche se arriva lanciato l’austriaco Vincent Kriechmayr e l’italiano Dominik Paris, più atteso in discesa, aumenta la pressione e sa sorprendere. Sul lato azzurro, Johan Clarey è vice campione del mondo, Alexis Pinturault non ha (ancora) pressioni e Nils Allègre come Matthieu Bailet sono all’erta.

Mercoledì 10 febbraio: combinata maschile

Titolare del titolo: Pinturault

Sempre favorito, mai premiato, Alexis Pinturault aveva infranto l’adagio nel 2019 ad Are, offrendosi la sua prima medaglia d’oro individuale ai Mondiali in questa disciplina che domina da diversi anni (10 successi). Comodo leader del generale di Coppa del Mondo, è il favorito indiscusso della combinata ma … L’assenza di una gara in questa stagione non conferma la gerarchia. Anche lo svizzero Loïc Meillard, l’austriaco Marco Schwarz o il suo connazionale Victor Muffat-Jeandet possono beneficiare dell’associazione Super G – slalom (ore 10.00 e 13.30) per disturbare l’annunciata incoronazione.

READ  Covid, Conte firma il DPM con i nuovi provvedimenti

Johan Clarey ha vinto una medaglia d’argento in superG nel 2019. (S. Boué / L’Équipe)

Sabato 13 febbraio: discesa femminile

Detentore del titolo : Stuhec (SLV)

Leader della Coppa del Mondo : Goggia (ITA)

L’Italia si era già preparata a festeggiare in casa la “sua” Sofia – Goggia -, grandissima favorita della discesa mondiale, dopo quattro successi mondiali consecutivi. Patatras! La campionessa olimpica si è infortunata al ginocchio e ha lanciato la freccia. Cosa apre gli appetiti in questa discesa (11 ore). Si divincolano l’americana Breezy Johnson, le svizzere Lara Gut e Corinne Suter, l’austriaca Tamara Tippler o la (anche) snowboarder Ester Ledecka. Non sono gli unici. Tiffany Gauthier, più a suo agio in superG, parte da più lontano.

Domenica 14 febbraio: discesa maschile

Detentore del titolo : Jansrud (NOR)

Leader della Coppa del Mondo : Feuz (SUI)

Beat Feuz, incoronato nel 2017, quattro podi quest’inverno, inclusa una strepitosa doppietta a Kitzbühel, si avvicina a questi mondi con sicurezza. Lo svizzero scoprirà una discesa che non è estrema, se non un grande salto da guardare. Dovrà diffidare della falange austriaca (Mayer, Kriechmayr) e forse ancor di più dell’italiano Dominik Paris, tutti freschi, reduce da un grave infortunio al ginocchio nel 2020 e vittorioso nell’ultima discesa di Garmisch venerdì. Dal lato francese, Johan Clarey, spingendo indietro il tempo e flirtando con la vittoria, potrebbe permetterselo un giorno. Ha le capacità a Cortina.

Martedì 16 febbraio: uomini e donne paralleli

Mercoledì 17 febbraio: parallelismo a squadre

Detentore del titolo : Svizzero

Ormai installato nelle principali competizioni, il “team event” (12:15) aveva sorriso ai francesi nel 2017. Da allora, la Svizzera e i suoi slalomers di entrambi i sessi hanno preso il sopravvento sulla scia di Ramon “Battling” Zenhäusern.

Tessa Worley è in lizza per un terzo titolo gigante.  (S. Boué / Il team)

Tessa Worley è in lizza per un terzo titolo gigante. (S. Boué / Il team)

Giovedì 18 febbraio: donne giganti

Detentore del titolo : Vlhova (SLQ)

Leader della Coppa del Mondo : Bassino (ITA)

Riuscirà Tessa Worley a raggiungere una tripletta senza precedenti nello sci francese? Già incoronato nel 2013 e nel 2017, lo sciatore di Grand-Bornand è tornato ai vertici del gigante (ore 10 e 13:30) dopo un inizio di stagione difficile. Ha vinto anche l’ultima presa, in Italia, al Plan de Corones ed è salita al secondo posto nella Coppa del Mondo dei Giganti. Sufficiente? Non è sicuro. Tra Marta Bassino, ipermotivata e da tempo intoccabile quest’inverno, Petra Vlhova, Mikaela Shiffrin, Michelle Gisin, Lara Gut, Federica Brignone, la francese non manca di ostacoli sul suo cammino. Sembra che abbia i mezzi per superarli.

Venerdì 19 febbraio: uomini giganti

Detentore del titolo : Kristoffersen (NOR)

Leader della Coppa del Mondo : Pinturault

Questo è il principale incontro di Alexis Pinturault (10 a.m. e 1:30 p.m.). Il francese ha vinto gli ultimi tre colossi in Coppa del Mondo, sorvolando entrambe le gare ad Adelboden. Ama questa disciplina che è alla base del suo sci. Dopo il bronzo quattro volte (Olimpiadi 2014 e 2018; Mondiali 2015 e 2019), Pinturault ha l’oro alla fine delle sue spatole. Non così facile. Lo svizzero Marco Odermatt, Loïc Meillard, Justin Murisier, il croato Filip Zubcic o addirittura Henrik Kristoffersen, detentore del titolo quest’inverno, sono pronti a calpestare il suo sogno.

READ  Lamorgese: “I decreti Salvini hanno creato insicurezza. Nizza? Nessuna colpa ”. Il capo della Lega: "dimettersi"

Sabato 20 febbraio: slalom femminile

Detentore del titolo : Shiffrin (Stati Uniti)

Leader della Coppa del Mondo : Vlhova (SLQ)

Petra Vlhova ha fatto troppo? a correndo tutte le lepri, cosa che le permette di guidare la classifica generale di Coppa del Mondo, la slovacca sembra aver esaurito molte delle sue riserve. Ha schiacciato l’inizio della stagione tra la posta in gioco. L’austriaca Katharina Liensberger, metronomo dei podi, la svizzera Michelle Gisin, che ha vinto a Flachau, e, ovviamente, l’americana Mikaela Shiffrin hanno scosso le sue certezze. Questi quattro sembrano lottare per l’oro (10:00 e 13:30).

Domenica 21 febbraio: slalom maschile

Detentore del titolo : Cervo (AUT)

Leader della Coppa del Mondo : Nero (AUT)

Clément Noël aveva passato “attraverso” i suoi Mondiali nel 2019, settimo comunque dopo un primo turno flaccido. Arriva quest’anno più discreto ma ha appena vinto a Chamonix e, in una gara pulita, rimane uno (se non il) dei più veloci. Ma come sempre nello slalom c’è gente al cancello: gli austriaci Marco Schwartz e Manuel Feller, i norvegesi Sebastian Foss-Solevaag e Henrik Kristoffersen che si è rassicurato (un po ‘) a Chamonix, il tedesco Linus Strasser, lo svizzero, Ramon Zenhäusern in testa, anche gli esterni sono sempre pronti a cogliere l’occasione. Ci credono Alexis Pinturault (4 ° in Are), Victor Muffat-Jeandet o Jean-Baptiste Grange, che l’ha già fatto nel 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *