Il leader senegalese sostiene il seggio permanente dell’Unione africana nel G20

Il leader senegalese sostiene il seggio permanente dell’Unione africana nel G20
Il presidente senegalese Macky Sall durante una conferenza a Parigi il 16 febbraio 2022. FOTO: SARAH MESONNIER/POOL/AFP/File
Fonte: Agence France-Presse

Noto: Sii il primo a seguire YEN.com.gh su Argomenti! clicca qui!

Il presidente senegalese Macky Sall ha dichiarato venerdì che la concessione all’Unione africana di un seggio permanente nel Gruppo delle 20 nazioni ricche eliminerebbe “l’ingiustizia”.

Il Sudafrica è l’unico membro permanente del continente nel club dell’Unione Europea e di altre 19 economie avanzate e rappresenta oltre l’80% del PIL mondiale.

“L’Africa combinata ha l’ottavo PIL più grande del mondo”, ha detto Sall a un forum economico nella città di Aix-en-Provence, nel sud della Francia, tramite collegamento video.

Ha aggiunto che l’accettazione del continente come Unione africana all’interno del G20 sana l’”ingiustizia”.

Sall ha notato “progressi” sulla questione poiché tutti i membri del G20 hanno concordato che l’Africa otterrà un seggio permanente, che il leader senegalese spera di vedere implementato al prossimo vertice del G20 in India entro la fine dell’anno.

La presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, ha dichiarato al forum che l’Africa dovrebbe avere più peso all’interno delle istituzioni finanziarie globali con sede a Washington, compreso il Fondo monetario internazionale, che era solita dirigere.

noto: Seguici Instagram Ricevi le notizie più importanti direttamente nella tua app preferita!

Sall ha anche sostenuto che i diritti speciali di prelievo, un tipo di attività di riserva internazionale, vengano riallocati ulteriormente dai paesi ricchi a favore di quelli poveri mentre cercano di svilupparsi e affrontare le conseguenze del cambiamento climatico.

Fonte: Agence France-Presse

READ  Le level sur la pandémie dans le monde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *