Il Lago di Garda, un piccolo angolo di paradiso e storia

Il Lago di Garda, un piccolo angolo di paradiso e storia

Inserito

Durata video: 5 minuti.

FRANCIA 2
Articolo scritto da

R.Schapira, L.Pekez, V.Ghiri, V.Parent – Francia 2

Francia Televisori

La 13 Heures Découverte ti porta tutta la settimana a conoscere i laghi più belli del mondo. Questo lunedì 12 giugno, dirigiti verso il Lago di Garda, nel nord Italia, che è il più grande e anche il più spettacolare con i suoi resti romani. Attira migliaia di visitatori ogni anno.

In alcuni punti si vede a malapena l’altra sponda, perché il Lago di Garda è il più grande d’Italia. Il suo cuore turistico è a metà strada tra Milano e Venezia. I turisti adorano crogiolarsi in questo periodo dell’anno. “Ti senti più in spiaggia che in un lago”, dice un turista americano. Grazie al suo fondale roccioso, il Lago di Garda è noto anche per le sue acque cristalline e prive di sale.

La pesca come attività professionale

Per visitare le perle del Lago di Garda, meglio prendere una barca. Chiara Bertoldi fa conoscere ogni giorno i monumenti storici ai turisti di tutto il mondo. “Ogni volta che sono qui, sono felice”dice la guida turistica. “Molte persone conoscono il Lago di Como. Qui è un po’ più una perla rara”dice un turista francese.

Nonostante il milione e mezzo di visitatori che vi si riversano ogni anno, il Lago di Garda ha anche un volto più autentico. Sono ancora attivi una trentina di pescatori professionisti. “È un lavoro molto duro. Questo lago è molto pericoloso se non lo conosci”, spiega Marco Dominici. Il pescatore vende il suo pesce a privati, ma anche a ristoranti. “Cucinare questo pesce è valorizzare il nostro territorio”afferma Filippo Morandi, chef del ristorante Eolo.

READ  Il ministro degli Esteri vietnamita riceve il viceministro degli Esteri italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *