Frontiera franco-italiana: 15 migranti, di cui 12 minorenni, scoperti in un camion

Frontiera franco-italiana: 15 migranti, di cui 12 minorenni, scoperti in un camion

Quindici migranti, tra cui 12 minorenni, sono stati ritrovati nel cassone di un camion nella località di Carros, vicino a Nizza. Questa è la seconda volta in due settimane che giovani esuli vengono scoperti nei camion. Una conseguenza, secondo le associazioni, dell’aumento dei controlli alla frontiera con l’Italia.

Sono stati fermati pochi chilometri dopo il confine italiano. Martedì 29 agosto, 15 migranti sono stati scoperti a bordo di un camion a Carros, una cittadina del sud della Francia, situata a nord di Nizza. Sono stati trovati mentre il peso massimo viaggiava in una zona industriale, ha riferito il sindaco di Carros Yannick Bernard, citato da Buona mattinata. Secondo lui, 12 di questi migranti si sono dichiarati minorenni.

Sette vigili del fuoco sono intervenuti per valutare lo stato di salute dei passeggeri. Tre esuli, poco più che ventenni, furono colti da inquietudine. “Ma nessuno di loro mostrava alcun segno che richiedesse il trasporto in ospedale”, ha detto Yannick Bernard.

Alla fine tutti furono presi in carico dai gendarmi. “Ricostruiranno il loro viaggio, verificheranno che siano effettivamente minorenni. Se così sarà, la gendarmeria, il Comune e il Dipartimento faranno tutto il possibile”. Il conducente del camion dovrà essere ascoltato dalla polizia.

Carros si trova a nord di Nizza, vicino al confine con l’Italia. Credito: Google Maps

Giovedì 17 agosto, 16 migranti erano già stati scoperti a bordo di un camion partito dall’Italia e diretto a Pennes-Mirabeau, nelle Bocche del Rodano. L’autista era stato allertato da rumori nella parte posteriore del suo veicolo e aveva contattato la polizia prima di aprire il suo rimorchio e scoprire gli esuli.

Degli occupanti, 10 avevano circa 14 o 15 anni. I membri del gruppo erano “principalmente di nazionalità ivoriana, guineana, afgana e liberiana”, ha riferito il giornale locale. Provenza.

READ  Ecco le città più sicure (e meno sicure) del mondo nel 2021 - Edizione serale Ouest-France

“Forza dei confini”

Per Michel Séonnet, membro dell’associazione “Tous Citoyens” delle Alpi Marittime, il ritrovamento di minori a bordo di un camion è “un fenomeno nuovo” nella regione. “Di solito la gente che passa viene a piedi o in treno”, spiega BFM Riviera francese. “Lì troviamo 15 persone che si sono messe in pericolo attraversando il confine. Questa è una conseguenza del controllo sempre più duro messo in atto” nella zona.

I controlli alla frontiera franco-italiana sono stati recentemente rafforzati dalle autorità francesi. A maggio sono stati impiegati droni per monitorare gli attraversamenti. Un mese prima, il primo ministro Elisabeth Borne aveva annunciato il rafforzamento di 150 poliziotti e gendarmi nello stesso luogo. Questa “forza di frontiera” – composta da poliziotti, militari e rinforzi doganali sulle strade, sui treni e nelle stazioni – mobilita, secondo Le Figaro, tra le 400 e le 450 persone al giorno.

>> Da (ri)leggere: Alla frontiera franco-italiana, i migranti minorenni subiscono “trattamenti inammissibili”

Una militarizzazione della frontiera criticata dalle associazioni, che in un comunicato diffuso venerdì 25 agosto, denunciano “trattamenti inaccettabili” inflitti in particolare ai minori appena arrivati ​​nel dipartimento dopo aver attraversato la frontiera italiana. Sopraffatte dal flusso, le autorità riconoscono che “i minori devono parcheggiare per uno, due o tre giorni nei locali della Polizia di Frontiera (PAF) di Mentone”, la prima città che arriva in Francia, prima di essere presi in carico dalla polizia dipartimentale Servizi.

All’inizio di agosto anche il ramo di Medici Senza Frontiere (MSF) con sede a Ventimiglia aveva allertato sulle pratiche di respingimento in questa zona di confine tra Italia e Francia. Secondo le testimonianze raccolte, la ONG ha denunciato respingimenti di carattere “sistematico”, che colpiscono i minori non accompagnati, separando anche le famiglie.

READ  Nuovo test Ducati Multistrada V4: quanto vale il maxi trail italiano da 170 CV?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *