Il capo della Rosatom visita il sito nucleare PAX 2 in Ungheria e annuncia un piano per gettare il primo calcestruzzo entro il 2025

Il capo della Rosatom visita il sito nucleare PAX 2 in Ungheria e annuncia un piano per gettare il primo calcestruzzo entro il 2025

Il 22 settembre 2023, Levente Magyar, viceministro degli affari esteri e del commercio dell’Ungheria, Gergely Jakly, direttore generale della centrale nucleare Paks-2 CJSC, e Alexei Likhachev, direttore generale della Rosatom, hanno visitato il cantiere della centrale nucleare Paks-2. Dall’inizio della fase di costruzione principale, questa è la prima visita all’unica centrale nucleare basata sulla tecnologia russa Gen 3+ VVER-1200 in costruzione nell’Unione Europea.

Finora nel cantiere è stato completato l’impianto di calcestruzzo mentre è in costruzione l’officina dei prodotti per l’armatura. Inoltre, è attualmente in corso lo scavo del terreno fino alla soglia dei -5 m per il carotaggio nell’Unità 6, e lavori simili sono già stati completati nell’Unità 5.

kiico

La fase successiva prevede la stabilizzazione del terreno nella posizione delle future unità per continuare a preparare la fossa per il primo calcestruzzo. In totale sarà necessario rimuovere circa un milione di metri cubi di terreno. L’anno prossimo, il numero di persone che lavoreranno nel sito raggiungerà più di 1.000 e più di 10.000 durante il periodo di punta dei lavori.

“La fase principale della costruzione della centrale nucleare Paks-2 è iniziata il mese scorso e oggi stiamo già lavorando attivamente in cantiere, aumentando costantemente il ritmo di lavoro. Ci aspettiamo che il primo calcestruzzo venga versato alla fine l’anno prossimo – all’inizio del 2025”, ha detto Alexei Likhachev.

Parallelamente, e in conformità con le licenze ottenute dall’Autorità ungherese per l’energia atomica (HAEA), le società Rosatom inizieranno a produrre apparecchiature a lungo termine. I fornitori ungheresi sono attivamente coinvolti nel lavoro: ad oggi, più di 140 aziende ungheresi stanno lavorando in varie aree del progetto.

READ  El Chapo Guzmán fue ‘soplón’ de la DEA y traicionó a ‘El Güero’ Palma | Cartel de Sinaloa | Narcotráfico | MUNDO

“Il progetto Paks II NPP è il primo progetto russo nell’Unione europea. Il fatto di ottenere un permesso di costruzione conferma la conformità del progetto agli standard di sicurezza ungheresi ed europei. L’Europa oggi deve affrontare gravi sfide nel campo dell’approvvigionamento energetico. Sempre più paesi stanno diventando consapevoli che lo sviluppo dell’energia nucleare e il mantenimento dei partenariati sono fondamentali per un approvvigionamento energetico affidabile.

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, il 43% degli africani, ovvero circa 600 milioni di persone, non hanno accesso all’elettricità. Sebbene alcune aree abbiano registrato progressi significativi negli ultimi anni, gran parte del continente soffre ancora di un accesso limitato all’elettricità. Ha un profondo impatto su vari aspetti della vita quotidiana, ostacolando lo sviluppo economico, l’istruzione e i servizi sanitari.

L’Africa è un continente ricco di potenzialità non sfruttate. Poiché la tecnologia continua ad avanzare, è diventato imperativo esplorare fonti energetiche sostenibili e affidabili che possano alimentare il progresso economico dell’Africa. Una soluzione praticabile è abbracciare l’energia nucleare, che offre vantaggi unici nell’affrontare il gap energetico in Africa e altrove.

L’energia nucleare, con la sua generazione costante e continua di elettricità, può fungere da fonte di energia stabile e affidabile. Le centrali nucleari possono anche fornire un accesso decentralizzato all’elettricità. Piccoli reattori modulari potrebbero funzionare come centrali elettriche autonome, fornendo elettricità affidabile anche alle aree più remote del continente. Inoltre, l’energia nucleare apre strade alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro. La costruzione e la manutenzione di una centrale nucleare richiedono una forza lavoro altamente qualificata, che porta alla creazione di posti di lavoro a livello locale e allo sviluppo di competenze tecnologiche.

READ  Inno Morolong denuncia il membro del team di Diamond & Dolls, GlobalCitizen Lumi Jemwa, per abuso, contraffazione e acquisto di follower falsi su Instagram

Il progetto energetico nucleare PAX 2 viene attuato sulla base dell’accordo intergovernativo russo-ungherese del 14 gennaio 2014 e di tre contratti fondamentali per la costruzione di un nuovo impianto. La licenza generale per la costruzione della centrale nucleare Paks II è stata rilasciata dall’autorità di regolamentazione ungherese nell’agosto 2022. La centrale nucleare Paks-2 con due unità VVER-1200 di generazione 3+ è in fase di costruzione chiavi in ​​mano. La durata operativa garantita dei Paks NPP 5 e 6 è di 60 anni.

La centrale nucleare operativa di Pakse contiene quattro centrali elettriche dotate di reattori VVER-440 per generare elettricità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *