I pesci sono stati fotografati a migliaia, rivelando la loro vulnerabilità

I pesci sono stati fotografati a migliaia, rivelando la loro vulnerabilità

Diciassettemila installazioni di telecamere, centinaia di migliaia di pesci esaminati, una collaborazione guidata da Tom B. Letizier (della Zoological Society of London, ZSL) non ha lesinato sulle risorse. “Abbiamo lavorato con ricercatori di molti paesi, dalla Francia, dalla Gran Bretagna e dall’Australia, ma anche dagli Stati Uniti, dal Sudan, dalla Norvegia e dall’Ecuador”, spiega l’ecologista. Stavamo cercando di avere la copertura più ampia possibile degli ecosistemi marini. L'opera è stata descritta qualche giorno fa in scienza.

L'idea, per ciascuna delle aree esplorate, era quella di determinare la gamma di dimensioni di pesci, razze e squali. Dati di grande valore per comprendere l’efficacia delle misure di protezione ambientale. “Se incontrassi a terra un animale di 100 kg, non saprei, basandomi solo su questo criterio, se potrei dargli da mangiare o se mi mangerebbe”, sorride Tom B. Letissier. . Ma negli oceani, la piramide trofica – la piramide alimentare della catena alimentare – è più simile alla distribuzione dimensionale: i grandi mangiano i piccoli. Più grandi sono gli animali, minore è il loro numero. L'intervallo dimensionale è quindi un utile indicatore delle condizioni dell'ecosistema.

Sei interessato a questo articolo?

Non perdere nessuno dei nostri contenuti quotidiani: iscriviti ora 9.-Franco svizzero Primo mese e accesso a tutti i nostri articoli, file e analisi

Controlla le offerte

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:

  • Consulta tutti i contenuti illimitati sul sito web e sulle applicazioni mobili
  • È possibile accedere alla copia cartacea con quella digitale entro le ore 7.00.
  • Approfitta dei privilegi esclusivi riservati agli abbonati
  • Accedi agli archivi
READ  La superficie "piatta e rocciosa" di Marte è stata vista nelle immagini ad alta risoluzione pubblicate dalla Cina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *