I musei italiani vendono le repliche digitali di 6 capolavori

Unit London presenta dal 16 febbraio al 19 marzo 2022 “Eternalizzare la storia dell’arte: da Da Vinci a Modigliani”. Oltre a mostrare repliche di capolavori della pittura italiana, la galleria li mette in vendita come NFT.

“Eternalizzare la storia dell’arte” significa renderla digitale? Almeno questo è ciò che suggerisce la galleria. Unità Londra (pioniere nella vendita di contenuti digitali sin dalla sua creazione nel 2013) con “Eternalizzare la storia dell’arte: da Da Vinci a Modigliani”, la sua mostra di versioni digitali di opere emblematiche di pittori italiani, da Modigliani a Raffaello, messe in vendita nella forma di NFT, dal 16 febbraio al 19 marzo 2022. Ognuna di queste repliche perfette per lo schermo di sei capolavori, tra cui La Madonna del Cardellino di Raffaello (1483-1520) o La coppa di frutta di Caravaggio (1571-1610), è quindi disponibile sulla blockchain di Ethereum e mostrato per la prima volta nel Regno Unito. Il ricavato delle vendite sarà condiviso tra la galleria e i quattro musei partner italiani dove sono conservati gli originali: la Galleria degli Uffizi a Firenze, il Complesso Monumentale della Pilotta a Parma e la Pinacoteca di Brera e Pinacoteca Ambrosiana, entrambi a Milano.


Da Leonardo da Vinci a Modigliani

Ritratto di un musicista (1490) e La Scapigliata (1491-1501) di Leonardo da Vinci, La Madonna del Cardellino (1506) di Raffaello, La coppa di frutta (1597-1601) di Caravaggio, Il bacio (1896) di Francesco Hayez, testa di ragazza (1915) di Amedeo Modigliani… in sei dipinti, la mostra offre una panoramica della pittura italiana dal XV al XX secolo, “ dal periodo rinascimentale al romanticismo dell’Ottocento e all’astrazione modernista ”, secondo il comunicato stampa della galleria Unit London. I capolavori sono stati riprodotti con estrema precisione in una versione digitale realizzata dall’azienda italiana specializzata Cinello che ne ha brevettato la tecnologia – Opera d’arte digitale (DAW). Pertanto, questi pezzi non sono considerati come copie ma piuttosto come opere d’arte a sé stanti. Per essere sempre più vicini alla realtà, le cornici attorno agli schermi sono anche ricostruzioni di quelle che circondano i dipinti originali. Sono stati realizzati su misura per l’occasione in Toscana.

Raffaello, La Vergine del Cardellinoolio su tela, 107 cm x 77 cm, Galleria degli Uffizi, Firenze ©️Wikimedia Commons

Le istituzioni artistiche mantengono la proprietà dei diritti sull’opera

L’acquirente di un nuovo tipo riceverà quindi fisicamente lo schermo, sufficiente per generare l’immagine, la cornice e il certificato di autenticazione, l’opera digitale in NFT e il suo accesso. Avrà il diritto di rivendere la DAW, nel qual caso i musei riceveranno anche dividendi su potenziali vendite successive. Tuttavia, le istituzioni artistiche restano titolari dei diritti dell’opera per evitare un uso commerciale incontrollato delle repliche digitali, il loro consenso deve essere dato sistematicamente affinché possa essere riprodotto.

Leonardo da Vinci, La Scapigliata, c.  1500 -1510 olio su tavola, 24,6 cm x 21 cm, Galleria Nazionale di Parma, Parma ©️Wikimedia Commons

Leonardo da Vinci, La Scapigliata, c. 1500 -1510 olio su tavola, 24,6 cm x 21 cm, Galleria Nazionale di Parma, Parma ©️Wikimedia Commons

Le tele saranno vendute tra le 100.000 e le 500.000 sterline ciascuna (ovvero tra 119.600 e 598.000 euro) e nove copie saranno pubblicate da Unit London. Gli acquirenti potranno pagare in Ethereum o in valuta fiat in base alle loro preferenze. I proventi della vendita saranno condivisi tra la galleria ei musei italiani. Lo scorso maggio, la versione digitale di Tondo Doni di Michelangelo, già riprodotto da Cinello per la Galleria degli Uffizi, era stato venduto a 140.000 euro. Seguiranno altre due mostre dello stesso tipo alla galleria londinese, è già possibile che siano partner anche istituzioni italiane.

READ  Italia: Praet fa un cameo nella sconfitta in Coppa di Torino contro la Sampdoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *