Giovani italiani, il futuro è vostro: Riccardo Orsolini

Continuiamo a stendere la classifica TuttoMercatoWeb delle migliori speranze italiane. Oggi, Calciomio vi propone un ritratto di Riccardo Orsolini, 11 ° in questa classifica.

Data di nascita: 24 gennaio 1997

Posizione: attaccante

Squadra attuale: Bologna

Avvistato dalla Juventus

Il trequartista dell’1m83 è stato avvistato dalla Vecchia Signora in seguito alle sue imprese con l’Ascoli. Dopo 52 presenze con il residente in Serie B (per 8 gol), è stato acquistato dalla Juventus nel gennaio 2017, per 6 milioni di euro. Una stagione 2016/2017 che sarà stata significativa per il nativo di Ascoli. Nell’ottobre 2016 ha esordito con la Nazionale U20, segnando subito un gol nel torneo 4 Nazioni. Nell’estate del 2017, durante i Mondiali U20 Corea del Sud, (dove gli Azzurri di Pinamonti, Barella o Mandragora finirono 3ᵉ), finì Scarpa d’Oro con 5 gol in 7 presenze.

L’arrivo alla Juventus segnerà il giocatore. Tanto il divario con la sua nativa Ascoli era colossale: “Mi sono ritrovato in un J Medical pieno di gente, dai giornalisti ai fotografi. Ho chiesto al mio agente: “Ma sono qui per me, non c’è un altro giocatore inserito oggi?” “. Vedere la loro organizzazione mi ha impressionato. I primi giorni di allenamento sono stati duri. Ero di serie B e l’intensità era diversa. Mi sono trovato a disagio. Ero come, “Come posso farlo? “. Lì, ho capito che non ero pronto per questo passaggio. Non in quel momento comunque ”.

Senza dubbio, il mancino deve maturare. Direzione Atalanta, quindi nell’estate 2017. Si perfeziona poi un prestito di 2 anni. Conosciamo i buoni rapporti tra Juventus e Atalanta. Muratore, Christian Romero, Caldara o Spinazzola sono buoni esempi. Ma sotto la guida di Gasperini, Orsolini non riceverà la stessa sorte. Solo 9 piccole partite in 6 mesi. Quindi sì, avrà esordito in Serie A, il 17 settembre 2017, contro il Chievo. Avrà anche scoperto le Coppe dei Campioni, con l’Europa League, il 2 novembre dello stesso anno. Ma l’inverno sta arrivando e il vento si girerà per il giovane giocatore.

READ  Nella Challenge Cup, Pau vince in casa e Bayonne pareggia in Italia. In Coppa dei Campioni, i club francesi al vertice - Biarritz e Mont-de-Marsan si neutralizzano a vicenda nella tempesta ...

Lanciato da Bologna

Bologna quindi entra nel ballo. Maneggiato all’Atalanta, gli ha offerto un prestito di 18 mesi. Offerta che la Juventus accetterà. Direzione Emilia-Romagna. E il giocatore prenderà i suoi primi minuti alla prima occasione. 8 partite nella seconda parte della stagione 2017/2018. Poi arriva la stagione delle conferme. I 10 gol segnati durante la stagione 2018/2019 permetteranno al giocatore di fare un passo avanti nella sua giovane carriera. Una salita di cui Sinisa Mihajlovic è uno dei grandi artigiani: ” Mi sono sentito subito a mio agio con lui. Ero appena arrivato da una mezza stagione in cui non avevo quasi mai iniziato. Appena arrivata, mi ha fatto giocare, sia in casa che fuori. Mi ha dato fiducia ”.

Un anno e mezzo dopo, quindi, il suo prestito termina. Ma ancora una volta, la Juventus è riluttante a integrare il giovane giocatore nella sua forza lavoro. Walter Sabatini non esita un solo secondo. I bolognesi spendono 15 milioni di euro. Il 20 giugno 2019 Riccardo Orsolini non è più un giocatore della Vecchia Signora. E dopo i 9 gol della scorsa stagione, e 4 nell’esercizio 2020/2021, Riccardo Orsolini sembra essere d’accordo con la dirigenza rossoblù. Al punto addirittura che la Juventus aveva fatto un’offerta da 30 milioni nell’estate del 2020 per rimpatriarlo. Sabatini ha chiesto 70 minimi, che hanno smorzato le speranze del Torino.

La sua partita chiave della stagione? Probabilmente quello che affronta la Sampdoria. Un gol e un assist in una partita dove il Bologna vince 2-1 contro Luigi-Ferraris. E ‘anche la partita in cui avrebbe potuto rientrare a piedi (quando sappiamo che ha 296 km che separano Genova e Bologna…): Prima mi ha fatto arrabbiare, poi si è corretto. Comunque, se non avesse segnato questo gol, sarebbe tornato a piedi ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *