Fino a 50 gradi: cade sull’Adriatico il record di caldo di sempre?

“Possiamo solo sperare che non sia così”: guardando gli ultimi grafici di previsione, anche i meteorologi più esperti sono scioccati. “Non ho mai visto mappe come questa prima”, ha scritto recentemente l’esperto di servizi meteorologici tedesco Kachelmann su una foto di un modello di mappa su Twitter. Secondo il modello statunitense, per l’8 agosto in Italia sono previsti fino a 50 gradi a livello regionale. Si dice che sia più caldo nelle parti più meridionali della penisola, in Sicilia e in Sardegna.

Ciò potrebbe far crollare il record di calore di tutti i tempi misurato ad Atene nel luglio 1977. Ci sono 48 gradi – all’ombra, intendiamoci. Nella classifica di tutti i tempi, la portoghese Amareleja (47,4 gradi, 2003) e la città spagnola di Montoro (47.3, 2017) sono seconda e terza dietro ad Atene.

Anche di notte oltre i 30 gradi

La Grecia sta già gemendo in calore. Nei prossimi giorni le temperature dovrebbero salire fino a 44 gradi di giorno e non scendere sotto i 30 gradi di notte. Il servizio meteorologico greco e la protezione civile stanno già emettendo avvisi perché il Calore durano fino all’8 agosto, quindi eccezionalmente lunghi.

Se le temperature non scendono nemmeno di notte, è estremamente stressante per il corpo umano in quanto non può riprendersi. Più a lungo durano le condizioni meteorologiche estreme, più pericolose sono per la salute. Poiché sono previsti anche forti venti e il clima è secco da settimane, gli incendi potrebbero diffondersi rapidamente.

La Grecia ha brutti ricordi di ondate di caldo estremo. 1987 è morto in a Calore-Fase stimata in 4000 persone. All’epoca c’era poca aria condizionata e gli appartamenti in città diventavano una trappola mortale, soprattutto per gli anziani. Un’altra ondata di caldo accompagnata da forti venti ha bruciato vaste aree della penisola del Peloponneso nel 2007, uccidendo dozzine di persone. Ora, temiamo che l’ondata annunciata metterà in ombra tutto questo.

Chiamati costantemente i vigili del fuoco

L’Europa meridionale sta già soffrendo per le alte temperature e la siccità. In Grecia sono scoppiati più di 50 incendi boschivi e boschivi. L’incendio più pericoloso è divampato nella regione di Stamata-Dionysus a circa 20 chilometri a nord-est di Atene. “Le case sono state danneggiate. Molti residenti hanno dovuto essere portati in salvo”, ha detto il vice governatore della regione, Wassilis Kokkalis, del canale di notizie Skai.

Gli incendi boschivi hanno colpito i servizi di emergenza a nord-est di Atene.

Immagine: (AFP)

Aerei ed elicotteri dei vigili del fuoco e numerosi vigili del fuoco hanno combattuto le fiamme, come riportato dalla televisione di stato. La protezione civile greca ha avvertito martedì del grande rischio di incendio. Nei prossimi giorni sono attese temperature superiori ai 40 gradi in tutte le parti del Paese. Anche i venti saranno forti.

In Sardegna è tutto chiaro

Anche in Sardegna i vigili del fuoco sono costantemente in servizio. Nella lotta contro gli incendi sull’isola vacanziera italiana, giovedì il via libera è stato dato con cautela. La situazione è sotto controllo e in miglioramento, hanno annunciato martedì i servizi di emergenza su Twitter.

La maggior parte delle foreste dell’isola è stata bruciata e anche alcuni edifici sono stati colpiti. Cinque aerei antincendio sono in volo e molti vigili del fuoco sono a terra, ha detto. Francia e Grecia hanno sostenuto gli italiani con due aerei ciascuno per combattere gli incendi. La protezione civile ha previsto per martedì un rischio medio di incendio per tutta la Sardegna.

In Sardegna gli aerei dei vigili del fuoco volano quasi 24 ore al giorno.

Immagine: (AFP)

Da diversi giorni le fiamme divampano nella Sardegna occidentale, in provincia di Oristano. Si stima che siano stati bruciati 20.000 ettari di terreno. Centinaia di persone hanno dovuto lasciare le loro case. Secondo il quotidiano “La Repubblica”, i danni dovrebbero essere dell’ordine di tre cifre milioni. Il governo della Sardegna ha annunciato che accorcerà la procedura per la concessione dei fondi di aiuto in modo che cittadini e imprese possano ricevere più rapidamente aiuti per riparare i danni.

Danni notevoli all’agricoltura

La gente del posto ha detto che c’era un odore di bruciato nell’aria ovunque. Il fuoco e il fumo possono essere visti anche dalla spiaggia, anche dai famosi luoghi turistici. L’associazione agricola Coldiretti ha parlato di “disastro” e di ingenti danni all’agricoltura. Il rimboschimento delle foreste potrebbe richiedere fino a 15 anni. Il caldo e la siccità avrebbero favorito gli incendi.

I danni all’agricoltura sono enormi

Immagine: (AFP)

Molti politici italiani hanno espresso la loro solidarietà al popolo sardo via Twitter. Secondo l’agenzia di stampa ANSA, il leader del partito di destra Lega ha detto che scriverà al presidente del Consiglio Mario Draghi chiedendo alla Sardegna di ricevere immediatamente i fondi.

Rinfrescatevi in ​​Austria

In Alta Austria il caldo finirà al più tardi sabato. Dopo un venerdì estivo con fino a 30 gradi, in serata tornano a minacciare i temporali. Sabato le temperature non superano i 23 gradi, domenica farà un po’ più fresco con una massima di 21 gradi. Ci sono anche piogge diffuse e talvolta forti venti occidentali. Lunedì il tempo si è di nuovo calmato, le precipitazioni sono diminuite. Con un massimo di 23 gradi, però, rimane più fresco del precedente.

READ  Calcio - Italia - L'Atalanta Bergamo si riprende contro La Spezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *