Febbre da consultazione sotto il mio dragee

AP Photo / Andrew Medichini

Il primo ministro ad interim italiano Mario Draghi partecipa oggi a una serie di accese consultazioni per valutare se può raccogliere il sostegno necessario per formare un nuovo governo. Resta da chiedersi se sarà un governo prevalentemente di tecnocrati o un misto di tecnocrati e politici, con il centrodestra che emerge in Italia diviso a questo punto.

Secondo l’opinione pubblica si potrebbe scegliere una “versione mista”, con un elenco di ministri di tutta la politica, economia e affari. In questo modo, Draghi avrebbe cercato di ridurre le intercettazioni di movimento a cinque stelle.

Il presidente del Consiglio uscente Giuseppe Conte ha recentemente dichiarato che “le opzioni necessarie in questa fase non possono essere lasciate ai tecnocrati”. “Spero che si formi un governo stabile di politici, con chiare opzioni” politiche “, ha detto ai giornalisti questo pomeriggio davanti al palazzo del governo italiano.

AP Photo / Alessandra Tarantino

Allo stesso tempo scagliò le sue frecce contro Renzi, sottolineando: “In questo momento alcuni mi descrivono come un ostacolo alla formazione del nuovo governo. Bisogna cercare sabotatori altrove”.
Ieri Conte ha parlato per circa un’ora e mezza con Draghi e oggi ha fatto riferimento a quella conversazione definendola “lunga e amichevole”.

“Anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, esponente del Movimento Cinque Stelle, ha detto che la strada del nuovo governo è di natura politica”.

Draghi terrà una conversazione con una delegazione del Movimento Cinque Stelle sabato mattina (11:15 GMT). Prima (alle 10 in Grecia) terrà una riunione con la delegazione dell’associazione, che deve ancora prendere una decisione sulla situazione. Ma Salvini si dice pronto ad ascoltare “il nuovo programma e le proposte del premier ad interim”.

READ  Papathanasis: A febbraio, prestiti aziendali fino a ...

Oggi Draghi avrà incontri back-to-back con i partiti minori, principalmente a sinistra del centro.

Domani, venerdì, incontrerà il Pd, “L’Italia viva” di Renzi, e Georgia Meloni del partito di estrema destra “Fratellanza d’Italia”, e concluderà l’odierna sessione di incontri con Forza Italia di Berlusconi.

Finora il Partito Democratico di centrosinistra, Living Italy e Forza Italia si sono dimostrati disponibili a sostenere l’ex presidente della Banca Centrale Europea.

I Cinque Stelle stanno attraversando un periodo di intensa divisione interna, la sinistra italiana “rispetta Draghi ma dice” no ai tecnocrati “mentre i Fratelli musulmani di estrema destra premono per astenersi dal voto di fiducia in Parlamento e Senato.

L’ex Banca centrale europea dovrebbe inviare un messaggio che non intende “mettere sotto il comitato” i partiti italiani e la loro leadership, ma chiederà anche libertà di movimento per poter svolgere il proprio lavoro, sottolineando i quattro punti che ha individuato come priorità. .: Combattere l’epidemia, accelerare il processo di vaccinazione, rilanciare l’economia del Paese e sfruttare al meglio i fondi europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *