Le raccomandazioni aziendali nel 2020 sono tre volte superiori alle cancellazioni

Primo ingresso: lunedì 1 febbraio 2021, 12:40

Nonostante l’enorme disagio finanziario che la maggior parte delle aziende del nostro Paese deve affrontare a causa degli effetti della nuova epidemia di Coronavirus, i dati del registro generale del commercio creano, almeno per il momento, un moderato ottimismo, come raccomandazioni aziendali di tutte le forme durante l’anno Il 2020 è quasi il triplo delle cancellazioni.

Questa osservazione è stata fatta da KEE e dal presidente di EVEA, Konstantinos Michelus, che ha fornito al pubblico i dati GEMI per le registrazioni e le cancellazioni delle società, a livello nazionale e in EVEA.

Infatti, come sottolinea il responsabile di KEE ed EVEA, anche in relazione al 2019 quando non c’era il problema dell’epidemia e dei suoi impatti sull’economia, il 2020 non ha comportato un aumento delle chiusure di attività.

Tuttavia, osserva Michelos, affinché una nuova “epidemia” di blocchi non si verifichi nel prossimo futuro, il governo dovrebbe rafforzare le misure di protezione contro le aziende che sono state colpite lo scorso anno e concentrarsi in particolare sul “” debiti in modo che dopo la fine dell’epidemia possano continuare a lavorare senza intoppi.

Secondo i dati GEMI, nel 2019 sono state registrate 36.947 aziende a livello nazionale, mentre 2.027 sono state cancellate. Nel 2020, 35.717 sono stati registrati mentre 13.441 sono stati cancellati.

In EVEA nel 2019 sono state costituite 6.331 società e sono state eliminate 2.707 società, nel 2020 sono state costituite 5.945 società e 1.996 società eliminate.

Ultimo aggiornamento: lunedì 1 febbraio 2021, 12:40

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.