Esportare cozze in Italia … ma greca ed educativa

“È ora di lavorare”Riferisce a YX, pieno di voglia di mettere in pratica quanto appreso dal 23enne Stergious Damorsless, Uno studente post-laurea presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari del Perrotis College.

Con un piano di studi ben ponderato, Stergios ha preso le misure appropriate per rilevare e sviluppare la sua azienda a conduzione familiare a Salonicco, che si concentra sull’allevamento di ostriche, con le cozze come prodotto principale e carattere di esportazione. “Il mio amore per il mare e il cibo mi ha portato prima al liceo dell’American School of Agriculture and Food Technology, poi ho deciso di continuare i miei studi al college nella stessa direzione, e di perseguire una maggiore specializzazione in questa materia”. Spiega Stergios.

Avendo appreso fin da piccolo l’allevamento di mitili e una buona conoscenza del prodotto e dei processi richiesti, vuole proseguire con successo il corso degli affari, ma anche occuparsi del settore della lavorazione dei mitili. Come spiega Stergios, “La nostra azienda ha 20 anni ed è una delle più grandi società di esportazione di cozze in Grecia. Tutta la nostra produzione viene esportata in Italia come fresca”. Stergios, che vuole dare più valore aggiunto al prodotto, si concentra sul trattamento. “Penso che la lavorazione nel settore agricolo sia direttamente correlata all’economia e abbia un grande impatto sui prodotti greci, quindi ha un valore aggiunto.

Quindi, il motivo per cui ho deciso di seguire il trend della tecnologia alimentare è passare a una parte della lavorazione ”, conferma la studentessa 23enne.

Lavorazione delle cozze

Corsi come lo sviluppo di nuovi prodotti e la biochimica, che frequenta all’università, possono fornirgli le giuste basi per attuare il suo piano. Come spiega, “L’intero processo di uscita dal prodotto deve essere fatto molto rapidamente, poiché le cozze hanno una durata di conservazione di sei giorni.

READ  PKM nel primo "Food Market Show 2020" online e nel primo workshop WEB GREEK GASTRONOMY 2020

Il trattamento più semplice che si può fare è congelarlo in modo che possa essere commercializzato congelato. La fase successiva della lavorazione è il cibo cotto, quindi può essere venduto nei supermercati e acquistato dal consumatore. Questo prodotto può essere rivolto ai paesi dell’estremo nord, in quanto non è facile trovarne fresco. Attraverso i corsi che frequento, ricevo tutta quella conoscenza che mi aiuterà a raggiungere quanto sopra “.

In conclusione, ha spiegato che dopo aver completato gli studi potrà assumersi maggiori responsabilità sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *