Economia – La Camera di Commercio Italiana completerà il fascino della zona – Petites Affiches des Alpes-Maritimes


In questi giorni, qualsiasi aiuto è il benvenuto. La Camera di Commercio Italiana (CC) sta preparando una campagna di promozione del Sud Italia dal titolo “Vieni a Paka“.

Promuoveremo la regione di Baca in Italia. Siamo ancora a un punto in cui cerchiamo risorse economicheLui spiega Giacomo Renault, Direttore della Consulenza e Sviluppo presso il CC Italiano, con l’identificazione di essere in particolare contatto con il Comitato Regionale del Turismo della Provenza-Alpi-Costa Azzurra (BACA).

Da vent’anni la Camera italiana pubblica una guida alla regione dal titolo “Costazura‘, Distribuito gratuitamente, principalmente in Italia, e scritto in italiano.

Anche Giacomo Rinaudo si rammarica perché non c’è più comunicazione in italiano sulle attività turistiche nella zona di Paca Sud. La guida inizialmente si è concentrata sulla Costa Azzurra, poi si è gradualmente ampliata e ora copre tutti i siti turistici regionali. Quest’anno, per festeggiare i 20 anni della guida, CC Italian sta preparando una versione digitale, che sarà disponibile su un’applicazione accessibile in qualsiasi momento (anche senza connessione internet). L’app sarà pronta in pochi giorni.

Solidarietà con le valli

Dopo Parigi, la regione meridionale è la meta francese più visitata dai turisti italiani. “La regione di Baca vive molto di turismo”, dice Giacomo Reinaudo. Nel 2018 la regione ha accolto più di 500.000 turisti italiani per un totale di 975.300 pernottamenti. La campagna “Vieni in Paca” mira anche a fornire assistenza alle tre valli colpite dalla tempesta di Alex nell’ottobre 2020, ovvero Roya, Tinée e Vésubie. “CC Italian vuole aiutare questa regione con questo progetto, in quanto il turismo italiano non dimentica questi luoghi, soprattutto perché sono mete molto ambite dai visitatori in transito sulle Alpi, per la vicinanza che rende queste valli facilmente raggiungibili per i turisti provenienti da ‘Botte’“Il CC italiano. Quest’ultimo, nato nel 1997 su iniziativa di un gruppo di imprenditori francesi e italiani, vuole essere”, ha indicato il CC italiano.Il facilitatore dello scambio“Tra Francia e Italia, ricorda il cancelliere”.Stiamo cercando di collegare le regioni. Supportiamo le aziende italiane che desiderano stabilirsi nella regione e aiutiamo anche le aziende francesi in Italia“.

READ  Bezos negli occhi di Biden sulle tasse di Amazon

Fotografia di Une DR CCItalienne


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *