Ecco le sezioni in cui il tasso di infezione è alto

La Francia sta attualmente affrontando un aumento dei casi di Covid-19. Ma non tutte le province del Paese sono sulla stessa barca di fronte a questa settima ondata.

Vacanze contaminate da virus. Martedì è stata superata la soglia dei 200.000 nuovi casi di contaminazione. Una cifra annunciata dal ministro della Salute Francois Brown, che è preoccupato. Da qualche settimana i medici parlano anche della settima ondata.

È evidente dal tasso di incidenza. Questo indicatore misura il numero di casi segnalati da COVID-19 ogni 100.000 abitanti in una settimana. A livello nazionale, il tasso di infezione è attualmente di 1.200, rispetto ai 321 di un mese fa. Tuttavia, è inferiore rispetto a marzo (circa 1.400 casi positivi ogni 100.000 persone ogni settimana) o inferiore a gennaio (circa 3.700).

Il tasso di infezione dipende anche dalle regioni. Le province più colpite dall’aumento dell’inquinamento sono, nell’ordine, la Loira Atlantica (1627 casi su 100.000 abitanti), Parigi (1.619), Haute-Garonne (1.609), Tarn-et-Garonne (1.547), Hauts-de-Seine (1.528), Gironda (1.517), Gers (1.455), Finistere (1.415), Alpes Maritimes (1.397), e Val-de-Marne (1.353).

Al contrario, ci sono meno infezioni a Mayotte (57 casi su 100.000 abitanti), Riunione (355), Saint-Martin (461), Guyana (491), Miquelon Langled e Saint-Pierre (550), nell’Alta Marna ( 758), nel Cantal (725), Mosa (794) e Vosgi (754).

READ  Un misterioso gruppo di pianeti canaglia avvistati vicino al centro della nostra galassia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.