E se ci ispirassimo alla civiltà Maya per coltivare su Marte?

E se ci ispirassimo alla civiltà Maya per coltivare su Marte?

Pochi giorni fa, le sonde hanno rivelato un paesaggio marziano simile a una città Inca. Più precisamente, una parte di Marte è chiamata… Città Inca Per la sua rete di colline lineari semi-geometriche, che ricordano le rovine Inca. Dalla parte di Wageningen, nei Paesi Bassi, non ci riferiamo agli Inca ma ai Maya, ma a un campo completamente diverso.

Ricercatori diUniversità e ricerca di Wageningen Stanno studiando soluzioni per permettere all'uomo di nutrirsi sul Pianeta Rosso. Come Matt Damon nel film Alone on Mars. Per fare ciò, il loro nuovo studio è stato condotto in una serra controllata che simula le condizioni marziane. L’obiettivo è valutare l’uso della tecnologia di consociazione ereditata dai Maya per coltivare cibo in un ambiente inospitale.

Pomodori, piselli e carote crescono su un terreno simile a quello trovato su Marte

Per simulare le condizioni marziane, i ricercatori non solo hanno modificato le proprietà del suolo, ma hanno anche controllato la serra per imitare le condizioni atmosferiche del Pianeta Rosso, inclusi gas, temperatura e umidità.

La consociazione implica la coltivazione insieme di colture che si completano a vicenda. Per chi fosse interessato, gli insegnanti testano anche la cultura tra diversi gruppi di amici, bambini e carotte, all'ingresso del gruppo culturale nei meme pots e negli individui, in una soluzione che riproduce le caratteristiche della chimica e della fisiologia del cellula.

Fonte immagine: Rebecca Gonsalves

Una scoperta incoraggiante

Alla base di questo metodo c'è il noto principio secondo cui piantare piselli vicino ai pomodori è vantaggioso per questi ultimi. Perché ? Perché i piselli arricchiscono il terreno con l'azoto necessario per la crescita delle piante.

READ  Interpretazioni dei lettori di Terre-net sui rendimenti stagnanti

Pertanto, i risultati hanno confermato che i pomodori hanno aumentato la loro produttività se coltivati ​​con i piselli. Sebbene i piselli e le carote preferiscano crescere da soli, la scoperta che i pomodori crescono meglio in presenza dei piselli è uno sviluppo promettente. Per Rebecca Gonsalves, astrobiologa e autrice principale dello studio, questa scoperta apre la strada a nuove ricerche volte a migliorare questo sistema.

“Il fatto che questo abbia funzionato così bene con una delle tre specie è una scoperta importante e ora possiamo continuare la nostra ricerca su questo argomento”. Ha detto a Reuters. “Tutto ciò che resta è modificare le condizioni sperimentali fino a trovare il sistema ottimale. Potrebbe trattarsi di specie diverse, più specie o un diverso rapporto di specie”.

In sintesi, questo studio, primo in assoluto, dimostra il potenziale delle colture consociate per fornire una fonte di cibo vitale per i futuri marziani. Se un giorno uomini e donne si stabilissero sul Pianeta Rosso, la loro sopravvivenza dipenderebbe necessariamente dallo sviluppo dell’agricoltura, e quindi paradossalmente si ispirerebbe alle civiltà antiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *