Cyril Lignac apre Ischia, il suo primo ristorante italiano a Parigi

Immerso nel cuore del 15° arrondissement della capitale, lo chef Cyril Lignac ci accompagna in una tappa culinaria italiana!

Se fossimo un fan della cucina diCirillo Lignac e che non ci siamo lasciati essere cibo italiano, l’alleanza dei due non può che deliziarci. È al posto del suo ex ristorante in 15° distretto, La Quindicesima, che il direttore d’orchestra apre Ischia e mette in mostra la cucina italiana e Sapori mediterranei dal paese. È in un arredamento raffinato progettato dal duo di architetti Studio KO, che avremo la possibilità di degustare i piatti dello chef. Tra piatti colorati e piatti diabolicamente gourmet, Ishia prendiamo piena vista e papille gustative.

Sullo stesso argomento

Ischia: un menu da leccarsi i baffi

E Ischia ha tutte le carte in regola per diventare il nostro locale italiano preferito, è proprio grazie al suo invitante menù che ci viene voglia di provare tutto. Buongustai e buongustai si uniranno per convalidare il pasta fresca e gli gnocchi fatti in casa del ristorante. Si innamoreranno di quelli tradizionali Prosciutto di Parma, Cotoletta di vitello alla milanese o per pizze romaine sottile e croccante. Scopriremo ricette di altissimo livello come ravioli di scampi e foie gras o anche il tortellini di ricotta con spinaci. Gli amanti dei frutti di mare avranno qualcosa per soddisfare il proprio palato grazie al branzino al sugo vergine o ai calamari saltati in padella e pomodori. Ovviamente, i dolci non fanno eccezione alla regola dell’eccezione. Concluderemo con un tocco dolce e gourmet optando per il tradizionale tiramisù, il babà al limoncello, panacotta con frutta secca e miele o per davvero gelato italiano. Anche se ce n’è per tutti i gusti, questi piatti hanno una cosa in comune: l’arte di conquistare il nostro cuore (e il nostro stomaco).

Ishia: un ristorante dal fascino tipico

Oltre ai piatti sontuosi, il fascino di la mitica isola del golfo napoletano Ishia emana dall’ambiente offerto dal ristorante. Tanto nei colori, caldi e solari, quanto nel materiale, crudo e terroso, il duo di architetti Studio KO ha ricordato la bellezza di un angolo di paradiso fin nei minimi dettagli. Avremo la possibilità di assaporare i nostri piatti in a atmosfera plurale con due spazi, ciascuno dominato da un sontuoso bancone in marmo italiano. E per approfittare del clima estivo, atterreremo sul grande terrazza fuori dalla vista grazie alla vegetazione mediterranea. Con la sua vista del Parco André Citroën, abbiamo un solo desiderio: sorseggiare un Vicino Spritz da cocktail bar del ristorante gestito da Marco Mohamadi.

Chiaramente appuntamento al 14 di rue Cauchy Paris 15th per un viaggio culinario sulla costa napoletana.

———————–

Leggi anche:

Top Chef: i ristoranti parigini degli ex candidati da provare ora!

Big Mamma arriva a Bordeaux con Palatino, la sua nuova trattoria da provare assolutamente!

READ  L'Italia deve continuare il suo slancio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *