Barack Obama “arriva” per un incontro informale con il primo ministro britannico Rishi Sunak

Barack Obama “arriva” per un incontro informale con il primo ministro britannico Rishi Sunak

Londra:

L'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama è arrivato lunedì per un incontro informale e senza preavviso con il primo ministro britannico Rishi Sunak al 10 di Downing Street a Londra.

Obama ha salutato i fotografi mentre entrava dalla famosa Porta Nera in quella che i funzionari di Downing Street hanno poi descritto come una “visita di cortesia” per una conversazione nell'ufficio del Primo Ministro britannico. L’ordine del giorno dell’incontro, durato un’ora, non è stato rivelato, ma probabilmente nelle discussioni figuravano la rielezione del presidente russo Vladimir Putin e il conflitto in Ucraina.

Un portavoce di Downing Street ha detto: “Stava facendo una visita di cortesia informale come parte del suo viaggio a Londra, dove dirige la Fondazione Obama”.

“Penso che la squadra del presidente Obama abbia preso contatto e che il primo ministro fosse chiaramente molto felice di incontrarlo e discutere il lavoro della Fondazione Obama”, ha detto il portavoce.

Questa è la prima visita di Obama a Downing Street da quando ha lasciato la Casa Bianca dopo i suoi due mandati come presidente degli Stati Uniti tra il 2009 e il 2017. Il 62enne democratico ha fondato la Obama Foundation con sede a Chicago con l'obiettivo di “ispirare, dare potere, sostenere e connettere le persone per cambiare il loro mondo”.

Si ritiene che l'incontro tra Obama e Sunak sia la prima volta che i due si incontrano. Obama è stato visto lasciare Downing Street circa un'ora dopo con l'ambasciatore americano nel Regno Unito Jane Hartley, e ha sorriso ai giornalisti mentre scherzava dicendo che “si è sentito tentato” quando gli è stato chiesto di parlare.

READ  Un evento che celebra l'imminente Festival di Primavera in Arabia Saudita - Shenhua

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *