Beppe Fiorello si racconta: “La morte di mio padre e Rosario…”

0

beppefiorelloNon è un personaggio molto presente sulle riviste di gossip, ancora meno nei salotti televisivi. Ma Beppe Fiorello è stato intervistato domenica scorsa da Massimo Giletti, in uno spazio del programma domenicale di Rai Uno. Beppe ha raccontato i momenti più importanti della sua vita: la morte del padre, la passione per la recitazione e l’esordio nel mondo del cinema. Il primo passo dell’intervista è dedicato alla morte del padre: Beppe è il più piccolo dei quattro fratelli, con la morte del padre perse uno dei suoi riferimenti. “Dopo la morte di mio padre mi sentii disorientato, non sapevo che fare della mia vita. E mi sono affidato alla figura che più mi ricordava mio padre” spiega Beppe. Questo personaggio è il fratello Rosario: fu proprio Rosario ad annunciare la morte del padre a Beppe. “Ho seguito mio fratello: era l’uomo che più sentivo vicino alla figura di mio padre. L’ho seguito nei villaggi e poi a Milano” racconta Beppe. Il più piccolo dei fratelli Fiorello però non ebbe il successo di Rosario, così cercò una nuova strada, quella della recitazione. La sua più grande occasione fu quella dell’interpretazione di Domenico Modugno per una miniserie per la tv.”Inizialmente dissi di no per il rispetto immenso che ho per questo artista, non mi sentivo all’altezza, anche se dentro avevo una grande voglia di farlo” rivela Beppe. Ma col consiglio del fratello Rosario e con una maggiore convinzione, Beppe accettò quella sceneggiatura ed è diventato uno dei più grandi attori del panoramata televisivo italiano.

 

LEAVE A REPLY