Raffaella Carrà: “Io icona gay? Forse amano la mia fantasia e il mio modo di essere”

0

carràIn una lunga intervista concessa al quotidiano “Repubblica”, Raffaella Carrà si confessa liberamente, fra vita privata e carriera televisiva. Dalle brillanti esperienze televisive, come l’ultimo talent show “The Voice of Italy”, ad alcuni rimpianti personali, come l’assenza di un figlio: una Carrà a ruota libera, per una delle più grandi showgirl del mondo televisivo italiano. Oltre ad essere una icona del mondo televisivo, la Carrà è una icona gay. “Perchè? Questo proprio non lo so. Forse piaccio alle donne perché mi vedono naturale, con i miei segni del tempo; e ai gay perché amano la mia fantasia e il mio modo di essere… Ma forse lo credo solo io” spiega Raffaella. Sul fronte personale, il rimpianto più grande per la Carrà è la mancata maternità, una fase molto importante per ogni donna. La Carrà infatti ha svelato di non avere nostalgia del matrimonio, ma al contrario di un bimbo si. “Del matrimonio non sento la mancanza, di un bimbo sì. Troppo lungo spiegare che la natura decide per te e non tu per lei. In compenso ho due meravigliosi nipoti che amo e che mi amano” prosegue Raffaella, molto soddisfatta poi dell’impatto col reality musicale “The Voice of Italy”, in onda su Rai Due. Come ammette la stessa showgirl, è stato davvero difficile mandare a casa alcuni cantanti.

LEAVE A REPLY