Gli ultimi giorni di Michael Jackson

1

Si torna ancora una volta a parlare di Michael Jackson. Ci rendiamo conto tutti quanti che sarebbe meglio farlo riposare in pace, che sarebbe meglio smettere di parlare continuamente della sua morte, se non per lui quantomeno per tutti i suoi parenti che siamo sicuri stiano soffrendo davvero moltissimo a causa della sua perdita. Purtroppo è più forte di noi parlarne, l’idea infatti di non sapere che cosa sia accaduto veramente non ci fa dormire la notte, l’idea di non riuscire a comprendere appieno il suo animo è del tutto inaccettabile per i suoi fan. Le voci che circolano in questi giorni non sono però molto digeribili a dire la verità.

Si parla infatti della possibilità che gli ultimi giorni di vita di Michael Jackson non siano stati tranquilli bensì pieni di ansie e di dubbi. Questa possibilità viene a galla dopo aver letto le migliaia di messaggi che Michael avrebbe scambiato nei giorni prima della sua morte con il promoter dei suoi concerti a Londra, messaggi che parlano di una mancanza intensa di fiducia in se stesso, nella vita e nelle sue capacità e di molte paure.

Si tratta di una situazione più che plausibile che a dire la verità ci porta a fare luce su alcuni dei suoi atteggiamenti durante il suo ultimo periodo di vita. Avrebbe senso allora il ritardo che Michael fece alla sua ultima conferenza stampa per annunciare il suo ritorno sul palco, la sua aria assente, il suo silenzio. Un messaggio scritto da Randy Philipps che faceva parte della società che organizzava i concerti recita: “MJ è chiuso nella sua stanza, ubriaco e demoralizzato. Sto provando a scuoterlo. E’ terrorizzato a morte”.

Ovviamente questi messaggi potrebbero essere utilizzati per i processi ancora in corso per cercare di fare luce sulla morte di Michael e sulle responsabilità del suo medico.

1 COMMENT

  1. Ma perchè non lo lasciate veramente in pace? Ancora date retta a gossip gossi gossip come è stato fatto per tutta la sua vita e voi giornali e giornalisti siete stati una delle cause della sua morte.
    LASCIATELO IN PACE ORA CHE E’ MORTO, non si è mai difeso in via dalle calunnie perchè era esausto, ora rispettatelo da morto.
    PARLATE SE LO VOLETE FARE DELLA SUA GRANDEZZA ED UNICITA’, PARLATE DELL’AMORE CHE HA LASCIATO E DI CIO’ CHE HA LASCIATO IN EREDITA’ AL MONDO DELLO SPETTACOLO. AMATELO ALMENO DA MORTO.

LEAVE A REPLY