Una “valle di fuoco” profonda 20.000 km ha scavato il sole

Il Sole ha appena sparato dei filamenti il ​​3 e 4 aprile 2022. Il primo evento è associato alla formazione di una “valle di fuoco” profonda 20.000 km sulla stella.

Uno ” Valle del fuoco » aperto sul tetto il Sole Domenica 3 aprile 2022 avvistato Space.com. Questo fenomeno è associato all’emissione di filamenti di plasma e all’espulsione di forti venti solari, che dovrebbero favorire l’aurora boreale sulla nostra regione. pianeta nei giorni successivi.

Forma la misura della “valle” sulstella Il sistema solare Almeno puoi 20000 kmE 10 volte di più. Dans les images suivantes, obtenues par l’Observatoire de la dynamique solaire (SDO, un satellite de la Nasa observant en permanence le Soleil), on peut voir l’éjection et la formation du canyon — concernez vers le centre, légèrement en bas à dritto.

Inaugurazione della “Valle del Fuoco”. //fonte: SDO

Può essere difficile immaginare una profondità di 20.000 km. Per fare un confronto, l’area media del Grand Canyon negli Stati Uniti è … 1,3 km. In effetti, la dimensione della rottura sulla superficie del Sole è così grande che, in effetti, è pari alla metà della circonferenza della Terra, se “esponiamo” il pianeta – l’oceano all’equatore è poco più di 40.000 km.

Met Office (servizio meteorologico nazionale del Regno Unito) confermato Sul suo sito quei due” Esplosioni di filamenti Si è verificato sul Sole, nella sua parte centrale e leggermente a sud. Il primo fusibile è stato rilasciato il 3 aprile intorno alle 17:00 (ora di Parigi) e il secondo il 4 aprile alle 23:00. ” Tempesta geomagnetica G1/G2 piccola/moderata probabile il 6 aprile, a partire dall’espulsione di massa coronale il 3 aprile, con leggera possibilità di forte tempesta G3 ”, commentando il servizio.

READ  La navicella spaziale cinese Tianwen-1 invia la sua prima immagine da Marte

Le espulsioni di massa coronale che accompagnano queste eruzioni sono Tipi di nubi magnetiche che si propagano attraverso il mezzo planetario ad una velocità fino a 2000 km/sec “,” Descrivere Osservatorio di Parigi. Quando un’espulsione di massa coronale raggiunge la Terra, può causare una tempesta geomagnetica.

Per più

Il sole del 30 marzo 2022. // Fonte: NASA, commento su Numirama

Quanto sono forti le tempeste magnetiche?

Fa giustamente riferimento il Met Office indicatore meteorologico spaziale Creato dalla US Oceanic and Atmospheric Monitoring Agency (NOAA), per descrivere l’intensità delle tempeste magnetiche. anche parlando tempesta magnetica O una tempesta geomagnetica per designare le fluttuazioni improvvise del magnetismo terrestre, che si verificano a seguito di brillamenti solari. Pertanto, le tempeste magnetiche sono classificate in 5 gruppi. La tabella seguente mostra le diverse categorie in ordine di intensità e frequenza delle tempeste ogni volta – in un ciclo solare, della durata stimata di 11 anni.

la pace Ha descritto Possibili effetti ripetere
st 1 Minore Debole fluttuazioni della rete elettrica, leggero impatto sui satelliti, aurora boreale alle alte latitudini. 1700 per ciclo solare
G2 Moderare Il pericolo di un problema di tensione per i sistemi di alimentazione ad alta quota, è necessario correggere l’orientamento dei satelliti, l’aurora boreale a latitudini 55 gradi. 600 per ciclo
G3 forte Correzioni delle tensioni nei sistemi di alimentazione, dei rischi per i componenti dei satelliti e del loro orientamento e dell’aurora boreale a 50° di latitudine. 200 per ciclo
st 4 rigoroso Problemi di controllo della tensione nei sistemi di alimentazione, potenziali problemi di carico sui satelliti, aurora boreale a 45° latitudini. 100 per ciclo
st 5 Massimo Interruzioni di corrente, trasformatori danneggiati, problemi di collegamento satellitare, aurora boreale a 40° di latitudine. 4 per ciclo

Questa scala aiuta a capire che le tempeste geomagnetiche più forti possono interrompere le connessioni con i satelliti, anche le reti elettriche sulla Terra in rari casi. Anche questi sono fenomeni che possono regalare meravigliose vedute dell’aurora boreale, a latitudini abbastanza basse.

READ  I ricercatori hanno identificato più di 1.09.000 crateri effettivi sulla luna

L’espulsione di massa coronale del 3 aprile dovrebbe raggiungere la Terra mercoledì 6 aprile, con una tempesta geomagnetica stimata a livello G1 o G2. Il pacco del 4 aprile potrebbe raggiungerci il 9 aprile, provocando un leggero temporale G1.

Tutto sulla stella del sistema solare, e il Sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.