Una misteriosa palla dorata sul fondo dell’oceano incuriosisce gli scienziati

Una misteriosa palla dorata sul fondo dell’oceano incuriosisce gli scienziati

Scoperta interessante. Scienziati della Marina americana Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica (NOAA) ha scoperto una palla d’oro non identificata durante a Missione subacquea Ha avuto luogo nel Golfo dell’Alaska, sul fondo dell’Oceano Pacifico 30 agosto. Potrebbe essere un Uovo di animale marino.

Sul tavolo ci sono diverse ipotesi

L’esemplare, di circa 10 centimetri di diametro, è stato avvistato incastrato in una roccia a una profondità di circa 3.300 metri dalla nave oceanografica Okeanos Explorer durante una missione di esplorazione subacquea guidata dalla NOAA.

Il colore di questa cupola, completamente dorata, incuriosisce immediatamente i ricercatori e scatena molte teorie, secondo la NOAA. tra loro, “Corallo“, una “busta di spugna morta” o addirittura un “uovo” di animale marino”, ha osservato l’agenzia in un comunicato stampa pubblicato giovedì.

Lo strano oggetto scoperto è stato fatto a pezzi da un robot marino e raccolto dai ricercatori per l’analisi.

“Le acque profonde non sono deliziosamente esotiche?”, ha osservato Sam Candio, scienziato e coordinatore della spedizione che ha scoperto la Cupola d’Oro.

Analisi del DNA pianificate

L’oggetto, che una volta affiorato era di colore giallo-marrone, è stato prima sottoposto ad analisi preliminari effettuate a bordo della nave. “Non possiamo ancora identificarlo se non per il fatto che è di origine biologica”, ha detto Sam Candeo in quel momento, riferendosi ad una struttura simile al “tessuto cutaneo”.

Al momento i ricercatori non sanno ancora se questa cupola appartiene a una specie sconosciuta o se fa parte di uno stadio della vita precedentemente sconosciuto.

“Probabilmente non ne sapremo di più finché non potremo portarlo in laboratorio”, dove i ricercatori avranno “strumenti più sofisticati”, spiega l’ingegnere. Nel programma sono incluse le analisi, in particolare il DNA.

READ  Scopri gli argomenti e le risposte per l'esame di brevetto universitario in matematica

Una scoperta “preoccupante”.

Per il professore di biologia delle profondità marine Kerry Howell, scoprire nuove specie durante missioni di questo tipo non è raro. “La cosa insolita è che non siamo nemmeno sicuri di cosa si tratti. Uovo o spugna, quale è?”, assicura all’ospite. custode.

Lo studioso Sam Candio vuole essere un filosofo al suo fianco. “Anche se è un po’ deludente essere scoraggiati da questa scoperta, ci ricorda quanto poco sappiamo del nostro pianeta”, ha detto.

La scoperta è stata fatta nel corso della missione Seascape Alaska 5, che mira a mappare i fondali marini e osservare coralli e spugne in particolare nelle acque profonde del Golfo dell’Alaska. Il processo è iniziato a fine agosto e dovrebbe proseguire fino al 16 settembre.

L’articolo originale è stato pubblicato su BFMTV.com

Video – Riprendono le ricerche del mostro di Loch Ness in Scozia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *