Stati Uniti d’America: non recarsi in Turchia a causa del Coronavirus e del terrorismo

Il Dipartimento di Stato consiglia ai cittadini statunitensi di non recarsi in Turchia a causa del Coronavirus, sottolineando anche che alcune aree sono a maggior rischio di terrorismo.

La stessa dichiarazione afferma che i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno emesso un avviso di livello 4 alla Turchia a causa del Coronavirus, indicando un numero molto elevato di casi nel paese.

Il Ministero degli Affari Esteri consiglia inoltre ai viaggiatori di non recarsi nelle province di Sirnak e Hakkari e in qualsiasi altra area entro sei miglia (dieci chilometri) dal confine siriano a causa del terrorismo.

I gruppi terroristici continuano a pianificare possibili attacchi in Turchia. I terroristi possono attaccare senza preavviso o senza preavviso, prendendo di mira siti turistici, centri di trasporto, mercati, centri commerciali, strutture del governo locale, hotel, club, ristoranti, luoghi di culto, parchi, sport, cultura eventi, istituzioni educative, aeroporti e altri luoghi pubblici.

Le forze di sicurezza hanno arrestato decine di migliaia di persone, compresi cittadini statunitensi, per presunti legami con organizzazioni terroristiche sulla base di motivazioni politiche e poco segrete. I cittadini americani sono stati inoltre soggetti a un divieto di viaggio che impedisce loro di lasciare il paese e il Dipartimento di Stato ha concluso che “la partecipazione alle manifestazioni che non hanno avuto luogo esplicitamente approvate dal governo turco e le critiche al governo (compresi i social media) potrebbero portare all’arresto”.

READ  Un'attrattiva destinazione d'affari in Lombardia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *