qualificata, al termine della suspense, l’Italia può respirare

qualificata, al termine della suspense, l’Italia può respirare

Leverkusen (Germania) (AFP) – Campione d’Europa in carica, l’Italia avrà aspettato fino agli ultimi istanti della fase di qualificazione per convalidare il suo biglietto per Euro 2024, grazie al pareggio contro l’Ucraina (0-0) che le permette di respirare ed evitare lo stress di una diga insidiosa.

Pubblicato su : Modificata :

4 minuti

L’Italia ha saltato i Mondiali del 2018 in Russia e del 2022 in Qatar dopo le sconfitte negli spareggi contro Svezia e Macedonia del Nord.

Lunedì sera agli italiani è bastato un pareggio per qualificarsi direttamente a Euro 2024 (14 giugno-14 luglio in Germania), mentre agli ucraini serviva assolutamente una vittoria. Con questo 0-0 l’Italia è arrivata seconda nel proprio girone con 14 punti, sei in meno dell’Inghilterra (20), sospesa in Macedonia del Nord (1-1).

“Siamo super contenti: dopo tutte le difficoltà che abbiamo incontrato, anche noi saremo in Germania e andremo lì da campioni d’Europa in carica per vincere, per portare qualcosa a casa”, ha detto Gianluigi Donnarumma al microfono di Rai 1.

“Lo abbiamo fatto soffrendo ma questo gruppo ha dimostrato tutta la sua forza”, ha aggiunto il portiere della Nazionale italiana e del PSG.

A differenza dell’Italia, le nazioni leader del continente europeo come Inghilterra, Francia, Portogallo e Spagna avevano già convalidato da tempo il biglietto per la Germania e si contendevano da due giorni un posto tra le teste di serie per il sorteggio del 2 dicembre ad Amburgo. .

Lunedì sera, in una BayArena di Leverkusen dove i sostenitori delle due selezioni hanno dato la loro voce, gli azzurri hanno preso in mano la situazione dopo un primo quarto d’ora equilibrato scandito da una grande occasione ucraina di Georgiy Sudakov che ha obbligato Donnarumma in parata (14° ).

READ  Viaggio da sogno in Italia: i nostri migliori indirizzi in Puglia

Nonostante la crescente pressione sul gol di Anatoliy Trubin, i compagni di Donnarumma non riescono a mettersi al riparo. Il potente tiro di Nicolò Barella (16°) è stato respinto da Trubin, e il portiere ucraino ha vinto il suo duello con Davide Frattesi (29°), doppio marcatore dell’andata.

Il portiere di Gianluigi Donnarumma decisivo nella qualificazione dell’Italia a spese dell’Ucraina, 20 novembre 2023 a Leverkusen © LEON KUEGELER / AFP

Sudore freddo nel recupero

Abbastanza per preoccupare la leggenda italiana Gianluigi Buffon, ora capo della delegazione della Nazionale, in tribuna.

Perché non riuscendo a realizzare il suo dominio, l’Italia si è spaventata, come la parata di Donnarumma ai piedi di Mykhailo Mudryk (65esimo).

Costretta a segnare, l’Ucraina è stata più pressante negli ultimi venti minuti, contro gli azzurri che hanno aumentato le imprecisioni e le perdite di palla. Un ultimo sudore freddo ha rigato la schiena dei transalpini nel recupero, quando Mudryk è crollato in area, ma l’arbitro non ha fischiato un rigore per l’Ucraina.

“Dal mio punto di vista c’è stato un rigore”, ha dichiarato in conferenza stampa il tecnico ucraino Serhiy Rebrov, prima di ridimensionare le cose: “Io non ero lì (in area di rigore) e non è solo una questione di sensazioni”. .”

A seguito di questo caotico iter di qualificazione (pareggio in Macedonia del Nord e contro l’Ucraina, doppia sconfitta contro l’Inghilterra), i transalpini rischiano di ritrovarsi in fondo al sorteggio di Euro-2024.

Da parte sua, il rendimento dell’Ucraina in questa fase di qualificazione, compreso il pareggio contro l’Inghilterra (1-1), è stato insufficiente, in particolare contro l’Italia (sconfitta per 2-1 a settembre a Milano), pareggio lunedì a Leverkusen).

La delusione degli ucraini Oleksandr Pikhalonok e Mykhaylo Mudryk dopo la partita contro l'Italia a Leverkusen, 20 novembre 2023
La delusione degli ucraini Oleksandr Pikhalonok e Mykhaylo Mudryk dopo la partita contro l’Italia a Leverkusen, 20 novembre 2023 © LEON KUEGELER / AFP

Gli uomini di Serhiy Rebrov, arrivato come allenatore nel giugno 2023, dovranno affrontare gli spareggi tra quattro mesi con due partite da vincere (una semifinale e una finale) per qualificarsi al loro quarto Europeo dopo quello del 2012, 2016 e 2021. Gli avversari dell’Ucraina saranno resi noti martedì dopo le ultime partite di qualificazione.

READ  Ferrari, 14 anni di attesa ma la speranza Leclerc: "Schumacher ha impiegato 5 anni per essere campione

Nel giugno 2022, hanno mancato la qualificazione ai Mondiali in Qatar nella finale degli spareggi, battuti dal Galles di Gareth Bale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *