New Brunswicker nel mondo degli sport con i bastoni

Disciplina sportiva ancora sconosciuta nonostante sia praticata da quasi quarant’anni in Canada, lo sport con il bastone ha una ricca storia nel “miglior paese del mondo”.

Sfortunatamente, queste ragazze che sfilano in gruppo sulla strada pubblica con una banda di ottoni sono spesso confuse e gli sport con il bastone sono in realtà molto simili alla ginnastica ritmica.

Nel New Brunswick, due atleti sono riusciti a infiltrarsi nell’élite del paese e hanno persino goduto dello status di leggende viventi.

La prima è Monica Boudreaux di Dieppe, che nel 2012 è diventata la prima New Brunswicker a gareggiare ai Campionati del Mondo a Villebon-sur-Yvette, in Francia.

Da lunedì al 7 agosto, sarà il turno di Brianna Middleton a Moncton di frequentare l’élite mondiale mentre l’evento torna dopo una pausa di due anni a causa della pandemia, nella bellissima città di Torino, in Italia.

Middleton è tutt’altro che un nuovo arrivato. Basta guardare il suo curriculum per rendersi conto che è un’atleta eccezionale.

Ha già partecipato a tre partite di International Cup, nel 2015 ad Abbotsford, British Columbia, nel 2017 a Parenzo, in Croazia, e nel 2019 a Limoges, in Francia. Durante le sue visite a Parenzo e Limoges, ha anche partecipato al Gran Premio Internazionale. Middleton ha anche gareggiato nei Campionati Pan Pacific 2017 a Stockton, in California.

Infatti, è tornata a casa con due medaglie nell’International Cup 2017. Prima ha vinto una medaglia d’oro individuale in un evento a tre poli, e poi una medaglia di bronzo in un duetto con Melene Bastrach di St Ann-de-Kent.

Brianna Middleton è anche l’unica New Brunswicker ad essere stata premiata sulla scena nazionale per essere stata nominata Young Athlete of the Year nel 2016.

Ma a Torino, il 19enne avrà un ruolo di riserva dietro tre qualificati Julie Stewart, Daniel Skinner del Saskatchewan e Morgan Dixon dell’Ontario. Il suo compito da ora fino all’inizio delle competizioni sarà assicurarsi che sia preparata nel caso in cui uno dei suoi tre compagni di squadra stile libero debba andarsene a causa di un infortunio o di una malattia. Avrà comunque la possibilità di partecipare ad un ritiro con tutte le ragazze iscritte allo stile libero.

“Sarà una grande esperienza”, ha detto Middleton. E se non gareggio affatto, so che solo vedere i migliori al mondo al lavoro mi renderà migliore quando torno a casa”.

“Sono ancora troppo giovane per essere un’atleta di alto livello. Il migliore del Canada ha 25 anni. La prossima volta che andrò ai mondiali mi assicurerò di gareggiare”, dice la signorina a cui non manca nella fiducia in se stessi.

A Torino, Brianna Middleton sarà accompagnata dalla madre Jennifer e dall’allenatore Brenda Arsino-LeBlanc.

Quest’ultimo è pieno di lodi per il suo patrocinio.

“Briana ha ancora molti anni buoni a venire”, dice Arsenault-LeBlanc. Certo, non è sicura di gareggiare a Torino, ma è comunque una bella esperienza da vivere. Brianna è una ragazza determinata che ama fissare e raggiungere obiettivi. È un piacere lavorare con lei. È sempre positiva e una grande lavoratrice.

In breve… Nel freestyle, come nel pattinaggio artistico, gli atleti con il bastone devono offrire un programma corto e uno lungo… Il padre di Brianna, Todd Middleton, è un ex atleta di alto profilo che faceva parte del basket dell’Università del Maine Machias squadra. Todd Middleton è ora il presidente del Baton Sportif New Brunswick. Coinvolta da vicino anche la moglie Jennifer, che si recherà a Torino, in quanto ricopre la carica di Secondo Vicepresidente…

READ  Coppa Italia: non c'è gol tra Milan e Inter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.