MIT Engineers Program Robot per assistere le persone con disabilità

I robot umanoidi esistono già danzaE il lembo posteriore, E il spaventare le persone tutto il mondo. Ma hanno ancora bisogno di molto lavoro. Le capacità motorie fini sono spesso una sfida che richiede soluzioni ingegnose. Pertanto, un team di ingegneri del MIT ha escogitato una nuova soluzione. Hanno programmato un braccio robotico per aiutare le persone a vestirsi. E la grande notizia è che il braccio robotico non farà male a nessuno!

Il MIT ha recentemente annunciato il suo nuovo braccio algoritmicamente migliorato. Un team di ingegneri nel laboratorio di Informatica e Intelligenza Artificiale (o .) CSAIL) Creato il robot. Per chi non lo conoscesse, CSAIL è stato dietro a molti altri progetti. Alcuni di questi progetti precedenti includono la realizzazione Robot che cambiano forma In alcune occasioni vestiti per la raccolta dei dati su altri.

Per questo progetto, gli ingegneri affermano che il loro obiettivo era aiutare a semplificare le interazioni tra robot e persone. In particolare per “aiutare il robot a trovare piani di movimento efficaci” per garantire la sicurezza fisica dell’essere umano. Mentre era bravo a Fare cose che le persone non possono fareI robot tendono ad essere terribili per le cose semplici che noi umani diamo per scontate.

Gli ingegneri hanno programmato il braccio robotico con l’ultima speranza di aiutare le persone con disabilità o mobilità minima. La giornalista del MIT Rachel Gordon ha osservato che il robot fornisce una “garanzia teorica” ​​della sicurezza umana. Questo è qualcosa che può essere ottenuto utilizzando modelli realistici di Come tendono a muoversi le persone?. Tuttavia, sembra che il team non abbia implementato l’apprendimento automatico per il progetto, il che è sorprendente.

READ  Esplora un materiale unico con proprietà regolabili

Per garantire la sicurezza umana, l’algoritmo del team tiene conto dell’incertezza dei movimenti umani. I robot hanno un modello ipotetico in cui il robot comprende solo una possibile reazione. Quindi, per risolvere questo problema, il team ha fornito alla macchina una comprensione delle molte possibilità del movimento umano. Ciò consente al robot di imitare da vicino l’abilità umana Capire le altre persone.

mtsel

“Lo sviluppo di algoritmi per prevenire danni fisici senza un impatto indebito sull’efficienza delle attività è una sfida di fondamentale importanza”, MIT Ph.D. Lo studente Shen Li, autore principale di progetto di ricerca, ha detto in comunicato stampa. “Consentendo ai robot di avere un effetto innocuo sugli esseri umani, il nostro metodo può trovare percorsi robotici efficaci per fornire agli esseri umani una garanzia di sicurezza”.

immagine principale: mtsel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *