L’UNESCO non considera Venezia un patrimonio in pericolo e assolve l’Italia

L’UNESCO non considera Venezia un patrimonio in pericolo e assolve l’Italia

Venezia, patrimonio in pericolo

La Città dei Dogi non verrà inserita nell’elenco dei siti in pericolo del patrimonio mondiale, nonostante le acque che la invadono.

➤ Scopri la nostra serie di articoli

L’Italia può trionfare. Se l’UNESCO aveva minacciato di inserire Venezia nella lista dei siti patrimonio dell’umanità in pericolo, è stato invece un concerto di elogio quello rivolto giovedì al rappresentante italiano nel corso di una riunione del Comitato del Patrimonio Mondiale, riunito a Riad, capitale saudita. . I 21 Stati che compongono questo forum (tra cui anche l’Italia, che attualmente ne fa parte) si sono alternati nel congratularsi con questo Paese per gli “sforzi” e i “risultati” intrapresi per salvare la Città dei Dogi e la sua laguna. Menzione speciale: il provvedimento adottato due giorni prima di introdurre una tassa di 5 euro sui visitatori giornalieri. Una misura la cui efficacia è difficile da credere e che giovedì ha continuato a essere presentata come un sistema “sperimentale”, che potrebbe quindi essere rimesso in discussione alla prima occasione.

Che abisso! Alla fine di luglio, in previsione di questo incontro, gli esperti scientifici dell’UNESCO hanno dettagliato in un rapporto una Venezia che, in assenza di un piano strategico guidato dall’Italia, vede i suoi edifici subire un deterioramento irreversibile. L’“identità culturale e ambientale” della città lagunare, i suoi “attributi e valori”, la sua “autenticità”, tutto questo rischia di essere rapidamente spazzato via se non si interverrà.

Interessato a questo articolo?

Non perdere nessuno dei nostri contenuti pubblicati quotidianamente: iscriviti ora da 9.-CHF il primo mese per accedere a tutti i nostri articoli, file e analisi.

READ  Quando l'Italia si invita a Dugny

Fino al 25% di sconto dal 22 agosto al 16 settembre

VERIFICA LE OFFERTE

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:

  • Consulta tutti i contenuti illimitati sul sito e sull’applicazione mobile

  • Accedi all’edizione cartacea in versione digitale entro le ore 7.00.

  • Approfitta dei privilegi esclusivi riservati agli abbonati

  • Accedi agli archivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *