Le workstation per sviluppatori Microsoft ospitate nel cloud saranno presto disponibili a livello generale

Le workstation per sviluppatori Microsoft ospitate nel cloud saranno presto disponibili a livello generale

Crediti immagine: TCmake_photo / Getty Images

Microsoft ha annunciato oggi che il fondo di sviluppouna workstation per sviluppatori Windows ospitata e basata su cloud, generalmente disponibile a luglio.

Queste macchine saranno ora disponibili in una varietà di volumi, da 8 a 32 core e con un massimo di 128 GB di memoria e 2 TB di storage. Microsoft sta inoltre rendendo disponibili nuove immagini di avvio in Azure Marketplace che semplificheranno per gli sviluppatori la personalizzazione di questi dispositivi e del software che li esegue in base alle loro esigenze individuali.

Crediti immagine: Microsoft

Per personalizzare ulteriormente questi dispositivi, Microsoft sta anche introducendo la possibilità di configurare come codice, basato su file di configurazione YAML, che consentirà all’IT di creare immagini di base e gestire queste configurazioni utilizzando le pratiche GitOps standard. Questa funzione è ora disponibile anteprima privata.

“Quando le persone iniziano a valutare Dev Box, hanno un periodo di prova iniziale in cui esaminano l’implementazione in un team iniziale per vedere quanto sia efficace, ma poi ne vedono rapidamente il valore e iniziano a standardizzarlo in tutta l’organizzazione”, Amanda Silver, Corporate Vice President of Products for Developers Division Microsoft, me l’hai detto.

Il cliente di riferimento di Microsoft per Dev Box è General Motors, ma la stessa Microsoft sta attualmente implementando Dev Box internamente per molti dei suoi sviluppatori. Al momento, meno di 10.000 sviluppatori Microsoft utilizzano il servizio, ha affermato Silver, e molti di loro ne hanno fatto il loro ambiente di sviluppo principale. Circa il 90% di questi sviluppatori afferma che il prodotto soddisfa le loro esigenze e migliora la loro produttività.

READ  OnePlus 11 ottiene OxygenOS 14 Open Beta 1 basata su Android 14

Per l’IT, Dev Box è fondamentalmente solo un altro computer che può essere gestito con strumenti come Microsoft Endpoint Manager, proprio come una macchina fisica. “È qualcosa che l’IT sa già come gestire”, ha affermato Silver. “Ci vuole qualcosa che era un po’ gratuito per tutti per gli sviluppatori e offre loro maggiore controllo e visibilità su ciò che accade sulle workstation degli sviluppatori senza compromettere la produttività degli sviluppatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *