L’azienda italiana Brembo sviluppa un sistema frenante intelligente per auto

Se i motori delle auto e le trasmissioni hanno conosciuto molti progressi dalla loro creazione, i freni non hanno subito grandi cambiamenti dall’ABS. L’azienda italiana Brembo, specializzata in freni di fascia alta, vuole però dare il via al formicaio proponendo un nuovo impianto frenante basato su algoritmi “intelligenti”.

L’azienda italiana vuole rendere “intelligenti” i freni delle auto – Geeko
Sensify è in grado di gestire la frenata di ogni ruota in modo indipendente.

Chiamato “Sensify”, il sistema Brembo è in grado di gestire in autonomia ogni ruota di un’auto. I suoi creatori promettono “il piacere di guidare e la totale sicurezza”. Brembo afferma che l’algoritmo di Sensify è in grado di riconoscere situazioni pericolose e può apprendere le reazioni di un guidatore per intervenire di conseguenza.

Un nuovo impianto frenante

Nelle auto di oggi, l’impianto frenante funziona mediante una pressione uniforme delle pastiglie dei freni su ciascuna ruota. Questa pressione viene applicata attraverso un circuito idraulico. Il sistema ABS poi rende la guida più sicura impedendo ai freni di bloccarsi e facendo perdere aderenza alla vettura.

L'azienda italiana vuole rendere
L’azienda italiana vuole rendere “intelligenti” i freni delle auto – Geeko
Il sistema utilizza attuatori elettromeccanici.

Sensify dal canto suo, gestisce la frenata grazie a due centraline distribuite su ogni asse. Sono in grado di applicare una forza diversa a ciascuna ruota per ottimizzare la frenata. Il circuito idraulico è sostituito da attuatori elettromeccanici. Brembo afferma che questo aiuta ad aumentare la reattività e il controllo del veicolo. Il costruttore spiega che questo sistema permette di ridurre notevolmente la perdita di aderenza e di conseguenza i blocchi che provocano l’intervento dell’ABS.

Aumenta la durata dell’attrezzatura

Il sistema è in grado di adattarsi alla temperatura dei dischi freno. Se un disco è troppo caldo, ad esempio, il software distribuisce la forza frenante tra le altre tre ruote. Ciò riduce notevolmente l’usura delle pastiglie e dei dischi e quindi prolunga la loro vita utile, riducendo allo stesso tempo i costi di manutenzione.

READ  In Italia si ispira a "Lupin" per il suo furto con scasso, senza successo

Nel caso, ad esempio, di un autocarro, generalmente soggetto a carichi importanti e il cui peso varia a seconda della merce, questo sistema consentirebbe di ottenere notevoli risparmi. All’inizio, tuttavia, solo i veicoli di fascia alta trarranno vantaggio da questa tecnologia. L’azienda afferma, tuttavia, che Sensify può funzionare su tutti i tipi di auto e spera di espandere il suo sistema in futuro.

Nessun produttore è stato ancora comunicato, ma il nuovo impianto frenante dovrebbe essere commercializzato a partire dal 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *