La splendida Italia affronta la Scozia per la prima vittoria casalinga nel torneo dal 2013

La splendida Italia affronta la Scozia per la prima vittoria casalinga nel torneo dal 2013

Due settimane dopo il pareggio in Francia, la nazionale ha prodotto un'altra prestazione impressionante battendo la Scozia sabato a Roma.

Francia TV – Redazione sportiva

pubblicato

aggiornare


Tempo di lettura: 2 minuti

Questo è il risultato di questo torneo delle Sei Nazioni. In una partita emozionante e senza esclusione di colpi, l'Italia ha battuto sabato 9 marzo a Roma la Scozia (31-29). In un confronto strepitoso e teso negli ultimi minuti, la Nazionale ha fatto molta strada per regalarsi un'altra prestazione di rilievo, due settimane dopo il pareggio in Francia (13-13). Con questa prima vittoria casalinga nel torneo dal 2013, gli italiani confermano i loro straordinari progressi dalla nomina di Gonzalo Quesada ad allenatore a gennaio.

Attraverso questi dettagli ci rendiamo conto della portata della maturità della squadra. L'Italia, assediata nel suo accampamento, in balia di un calcio di rigore, e sotto la pressione della Scozia, resiste. Ventiquattro giocate e 3 minuti e 52 secondi alla piega senza break, finché Sam Skinner salva in avanti. L'arbitro Angus Gardner non aveva ancora fischiato quando lo Stadio Olimpico si alzò per celebrare i suoi lottatori. Undici anni che il pubblico italiano aspettava questo.

Lo Stadio Olimpico è in subbuglio!  Imperterriti, gli azzurri hanno eliminato la Scozia regalandosi la prima vittoria nell'edizione 2024 del Sei Nazioni al termine di una partita assolutamente pazzesca (31-29).

Giorno 4: l'Italia batte la Scozia!

Lo Stadio Olimpico è in subbuglio! Imperterriti, gli azzurri hanno eliminato la Scozia regalandosi la prima vittoria nell'edizione 2024 del Sei Nazioni al termine di una partita assolutamente pazzesca (31-29).



Con questo torneo, il maggior successo dal 2013, l'Italia ha qualcosa da aspettarsi. Innanzitutto perché i suoi leader Tommaso Minoncello (21 anni), Angie Capuzzo (24 anni) e Ross Vincent (21 anni) incarnano il futuro, oltre che il presente. Anche perché questa nuova Nazionale sa gestire la partita nel tempo e non crolla più nei suoi momenti deboli. È stata entusiasmante contro l'Inghilterra (24-27), unita contro la Francia, e ha saputo combinare queste due virtù per costruire il suo successo.

READ  Lukaku, "ha due pesci per un piede"

La Scozia rimane incoerente

L’inizio però ci ha fatto temere il peggio. Oscurati dall'intensità e dalla precisione degli scozzesi, abili nel gioco dopo il contatto, gli italiani hanno concesso molto facilmente tre tentativi di Xander Fagerson (7, 3-7), Kyle Steyn (12, 3-14) e Pierre Schumann (28 ). , 10-22). Ma la Nazionale ha risposto con malizia e fantasia, con combinazioni sapientemente coordinate in un secondo sipario scozzese fatiscente. L'ispirazione di Martin Page Rilo a Ignacio Brix (15, 10-14) e poi di Paolo Garbisi a Lewis Lynagh (44, 21-22) hanno avvicinato gli italiani, prima che Stephen Varney regalasse loro il vantaggio (57, 28-22).

Alla sua prima selezione per l'Italia, Lewis Lynagh ha segnato una meta che ha permesso alla sua selezione di tornare a un punto.  Paolo Garbisi colpisce ancora il palo dopo aver tentato una trasformazione.

Giornata 4: L'Italia torna a segnare con una meta di Lewis Lynagh

Alla sua prima selezione per l'Italia, Lewis Lynagh ha segnato una meta che ha permesso alla sua selezione di tornare a un punto. Paolo Garbisi colpisce ancora il palo dopo aver tentato una trasformazione.



Trasparenti, irriconoscibili dopo il brillante esordio, gli scozzesi non sono mai riusciti a contenere l'euforia. Una meta di Hope Skinner (78esimo, 31-29) dà loro un doppio bonus e li lascia, matematicamente, in corsa. Ma dovremo vincere a Dublino con un bonus, senza lasciare punti agli irlandesi, e contando di battere gli inglesi in Francia. Con le scarse prestazioni contro Galles (27-26) e Francia (16-20) prima di questa sconfitta, il compito sembra impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *