La sonda cinese su Marte inizia a vagare per il Pianeta Rosso

Si prevede che la sonda Marte e il rover impiegheranno circa tre mesi a scattare le foto.

Shanghai, Cina:

L’agenzia di stampa statale Xinhua ha detto che il rover cinese su Marte è decollato dalla sua piattaforma di atterraggio e ha iniziato ad esplorare la superficie sabato, rendendo il paese il secondo paese ad atterrare e gestire un veicolo sul pianeta rosso.

Il lancio della sonda Marte Tianwen-1 lo scorso luglio, che trasportava il rover Zhurong, segna una pietra miliare nel programma spaziale cinese.

Tianwen-1 è atterrato in una vasta pianura lavica settentrionale conosciuta come Utopia Planitia una settimana fa e ha inviato le sue prime immagini della superficie pochi giorni dopo.

Si prevede che la sonda e il rover di Marte impiegheranno circa tre mesi a scattare foto, raccogliere dati geografici e raccogliere e analizzare campioni di roccia.

Lo Zhurong a sei ruote da 240 chilogrammi ad energia solare (530 libbre) prende il nome dal leggendario dio del fuoco cinese.

La Cina ha ora inviato astronauti nello spazio, guidato le sonde sulla Luna e fatto atterrare un rover su Marte: il premio più prestigioso tra tutti i premi del concorso per il controllo spaziale.

Gli Stati Uniti e la Russia sono gli unici due paesi ad aver raggiunto Marte, e il primo è l’unico ad aver gestito un rover in superficie.

Diversi tentativi americani, russi ed europei di atterrare su Marte sono falliti in passato, il più recente dei quali è avvenuto nel 2016 con l’atterraggio della sonda spaziale congiunta russo-europea, lo Schiaparelli.

L’ultimo arrivo di successo è avvenuto a febbraio, quando la NASA ha fatto atterrare il suo rover Perseverance, che da allora ha esplorato il pianeta.

READ  Hanno incontrato i componenti della vita su un asteroide

Il rover statunitense ha lanciato un piccolo elicottero robotico sulla superficie di Marte che è stato il primo volo a motore verso un altro pianeta.

La Cina ha fatto molta strada nella sua corsa per raggiungere gli Stati Uniti e la Russia, i cui astronauti e astronauti hanno decenni di esperienza nell’esplorazione spaziale.

Ha lanciato con successo la prima unità della sua nuova stazione spaziale il mese scorso con la speranza che sarà equipaggiata entro il 2022 e alla fine invierà esseri umani sulla luna.

La scorsa settimana, parte del missile cinese Long March 5B si è disintegrato sull’Oceano Indiano in un atterraggio incontrollato.

Ciò ha attirato critiche dagli Stati Uniti e da altri paesi per aver violato le regole di condotta che regolano il ritorno dei detriti spaziali sulla Terra, poiché i funzionari hanno affermato che i resti potrebbero mettere in pericolo vite e proprietà.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *