Inizia la corsa ad alto rischio per i futuri diritti televisivi

Inizia la corsa ad alto rischio per i futuri diritti televisivi

Quanto vale la Ligue 1? È una delle domande più grandi del mondo, questa volta nella Ligue de Football Professional (LFP), all’inizio del mese, il 12 settembre, la nuova offerta prevede il ritorno dei campioni di Francia nel calcio. Tuttavia, il suo presidente, Vincent Labrune, lo ha ammesso a giugno Quello “Il contesto macroeconomico e finanziario è delicato”.

Secondo il quotidiano, l’associazione spera di ricavare fino a 850 milioni di dollari all’anno dalla vendita dei diritti di trasmissione audiovisiva in Francia e circa 200 milioni di dollari all’estero. Il gruppo. Il bando francese è diviso in due parti: i tre manifesti “amato” Le restanti sei partite sono in settimana. LFP vuole davvero semplificare “Facilità di lettura per il consumatore” “Evitare” Modifiche regolari dell’abbonamento ».

Lo spiega in un documento interno (visto dal Quotidiano dello Sport), Si scrive di ottenere dalle autorità francesi un’estensione dei diritti per un periodo di quattro-cinque anni, dal 2024 al 2029. Anche se questa estensione mira ad attrarre nuovi attori, “Sembra che il periodo di aumento dei prezzi sia finito”.Lo pensa Philip Bailey, della società di ricerca NPA Conseil. A parte la partenza effettiva o annunciata di stelle come Lionel Messi, Neymar Jr. e Kylian Mbappe, l’analista indica ragioni strutturali.

624 milioni di euro all’anno oggi

Il caso di Prime Video, che attualmente è la principale emittente televisiva del campionato francese con sette partite su nove, illustra le sfide. La filiale di Amazon ha acquisito i diritti solo dopo il fallimento di Mediapro, gruppo audiovisivo spagnolo che inizialmente aveva acquistato i diritti della Ligue 1 per 780 milioni di euro all’anno, consentendo alla LFP di vendere il campionato francese per un totale di 1,15 miliardi di euro.

READ  Maisons du monde: Una candela spenta per il rischio di essere avvelenata

Incapace di sostenere il proprio investimento, Mediapro ha abbandonato i suoi fiammiferi, che sono stati acquistati da Prime Video per soli 250 milioni di dollari. Con Canal+ che ha pagato 332 milioni di dollari per i due manifesti premium inizialmente di proprietà di BeIN Sports, e 42 milioni di dollari dall’operatore Free (il cui fondatore, Xavier Niel, è un azionista individuale di mondo), i diritti per la Francia oggi non superano i 624 milioni all’anno.

Leggi anche: TF1 ha acquisito i diritti di trasmissione esclusivi delle partite della nazionale di calcio francese fino al 2028

Per restare un’emittente televisiva della Lega francese, Amazon dovrà inizialmente aumentare i suoi investimenti. Lo vuole? L’economista sportivo Pierre Maes ne dubita. “L’offerta sportiva di Prime Video in Francia è insolita per Amazon: la piattaforma commercializza lì un gran numero di partite, con un abbonamento aggiuntivo di 14,99 euro al mese.” avviso. Altrove i diritti più mirati acquisiti dal colosso del web vengono integrati nel suo pacchetto di servizi Prime (corriere espresso, serie, film, ecc.).

Hai il 58,98% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *