In Italia Firenze vieta i nuovi affitti brevi nel suo centro storico

In Italia Firenze vieta i nuovi affitti brevi nel suo centro storico

La città italiana di Firenze ha deciso di vietare nuovi affitti residenziali a breve termine offerti su piattaforme come Airbnb nel suo centro storico, l’ultima misura per aumentare l’offerta di alloggi per i residenti di una delle città più famose e turistiche del mondo. mondo.

IL nuove misureapprovate lunedì sera 2 ottobre dal Comune, offrono anche ai proprietari di immobili destinati ad affitti brevi sgravi fiscali per tre anni se accettano di trasformare i contratti di locazione attuali in affitti tradizionali.

I prezzi sono aumentati del 15,1% nel 2022

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha affermato che la città toscana ha deciso di intraprendere un’azione locale perché i piani del governo per regolamentare il settore sono deludenti.

“Nel 2016 avevamo poco meno di 6.000 appartamenti pubblicati su Airbnb, oggi ne abbiamo quasi 14.378”, ha detto, sottolineando che durante questo periodo, il costo medio dell’affitto mensile ordinario residenziale è aumentato del 42%. Nel 2022 i prezzi sono aumentati del 15,1%, ha aggiunto. “I 40mila fiorentini che vivono in centro lamentano di ritrovarsi improvvisamente negli appartamenti degli alberghi” ha denunciato Dario Nardella, esponente del Partito Democratico, formazione di centrosinistra, che a livello nazionale fa parte dell’opposizione.

Come in altri paesi europei, la crisi immobiliare in Italia sta peggiorando in un contesto di bassi salari, carenza di beni e boom degli affitti a breve termine, il tutto in un contesto di elevata inflazione. Le popolazioni precarie e gli studenti sono particolarmente colpiti.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri abbonati Airbnb, accusata di aggravare la crisi immobiliare, passa alla controffensiva

Le Monde con Reuters

READ  Piede - Qualif. CM - Italia - Italia: convocati per la selezione Verratti, Kean e Florenzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *