Draghi non supporta la Premier League europea

L’Italia non sostiene l’iniziativa della Premier League europea. Mario Draghi è stato chiaro: “Difendiamo il merito, i campionati nazionali e il valore sociale dello sport”, ha sottolineato il tecnocratico premier italiano. Allo stesso tempo, anche i tifosi della Juventus e del Milan, che hanno parlato con i media italiani, hanno espresso il loro disappunto per il fatto che credono che questo diminuirà il vero valore degli eventi sportivi e il loro interesse pubblico.

Il figlio di Maradona, Diego Armando Junior, ha voluto affrontare la questione anche dal Napoli, che ha chiesto di proposito: “La Juventus non vince la Champions League dal 1996. Allora che lavoro fa in questa nuova Premier League?”

Schoenas: “va contro i valori europei per lo sport”

Da parte sua, Margaritis Schoenas, vicepresidente della Commissione europea incaricato di difendere lo stile di vita europeo, ha dichiarato oggi in un’intervista a Il Messaggero a Roma: “Non sarò sicura che questa iniziativa genererà molti soldi .. .perché è in conflitto con “i valori sportivi europei. Ai tifosi non piace e il basket ha dimostrato che i modelli chiusi non sono la strada giusta”.

Nella capitale italiana, le fonti di Roma e del Lazio esprimono la loro amarezza. Sebbene secondo alcune indiscrezioni, gli organizzatori della “Lega dei Potenti” avrebbero già contattato i dirigenti della Roma nel tentativo di convincerli a partecipare all’intera fatica.

I commentatori insistono fondamentalmente su due punti: sono certi che molto dipenderà dal fatto che le squadre tedesche decideranno finalmente di sostenere l’iniziativa. E che il nodo in Italia arriverà sulle capesante il prossimo settembre. Perché il campionato senza Juventus, Inter e Milan, praticamente non esiste …

READ  Una nuova mossa provocata dai turchi: inviare navi da guerra nella regione di Imia

Theodorus Andridis Sigilakis, Roma

Fonte: L’onda tedesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *