Crisi dello Sri Lanka: i manifestanti prendono d’assalto la casa del presidente e si rinfrescano in piscina | notizie dal mondo

Migliaia di manifestanti hanno chiesto le dimissioni Il presidente dello Sri Lanka Gotabaya Rajapaksa ha sfondato le barriere di sicurezza È entrato nella sua casa ufficiale a dispetto dei gas lacrimogeni e dei cannoni ad acqua quando il comandante ha lasciato il complesso.

I rapporti affermano che Rajapaksa è fuggito dalla sua residenza ufficiale intorno alle 10:00 (ora locale). Il suo segretario Kamini Senarat ha detto che al momento non può contattare il leader e non sa dove si trovi.

Un videoclip apparso sui social mostra un mare di manifestanti che prendono d’assalto il Palazzo Presidenziale di Colombo. Le riprese video del canale televisivo locale NewsFirst hanno mostrato che alcuni manifestanti, che trasportavano bandiere ed elmetti dello Sri Lanka, hanno preso d’assalto la residenza del presidente.

Le riprese televisive hanno mostrato che migliaia di persone hanno anche aperto i cancelli fronte mare del Segretariato Presidenziale e del Ministero delle Finanze, che da mesi erano stati teatro di un sit-in di protesta, ed sono entrati nell’edificio.

I soldati e la polizia in entrambe le località non sono stati in grado di tenere a freno la folla, mentre cantavano slogan chiedendo al presidente Gotabaya Rajapaksa di dimettersi.

Le riprese video pubblicate dai media locali e sui social media hanno mostrato che i manifestanti hanno colto l’occasione per rinfrescarsi nella piscina della residenza ufficiale di Rajapaksa dopo aver preso d’assalto il complesso.

In un altro video, si vedono alcuni manifestanti esplorare la cucina del palazzo presidenziale.

Un gruppo di manifestanti si è radunato al Forte di Galle a Colombo, che si affaccia su un campo da cricket dove si stava svolgendo una partita di prova tra Sri Lanka e Australia. Altri gruppi stavano oziando sul campo cantando “Vai a casa!”

READ  St. Maarten allenta i requisiti di accesso e le regole locali, passando alla fase di regolamento
I manifestanti prendono parte a una manifestazione anti-governativa fuori dal Galle International Cricket Stadium durante il secondo giorno della seconda partita di test di cricket tra Sri Lanka e Australia.

Il primo ministro Ranil Wickremesinghe ha convocato una riunione di emergenza dei leader del partito per discutere la situazione e trovare una “soluzione rapida”, secondo un messaggio di testo del suo ufficio stampa. L’incontro dovrebbe iniziare a breve.

Leggi anche | ‘La tua fortezza è caduta’: Sanath Jayasuriya si unisce alla protesta contro Gotabaya

Wickremesinghe ha anche chiesto al Presidente di convocare il Parlamento.

L’isola di 22 milioni di persone sta lottando con una grave carenza di valuta estera che ha frenato le importazioni essenziali di carburante, cibo e medicine, facendola precipitare nella sua peggiore crisi economica dall’indipendenza nel 1948.

L’elevata inflazione, che ha raggiunto il 54,6% a giugno e dovrebbe raggiungere il 70% nei prossimi mesi, ha esacerbato le sofferenze della popolazione.

(Con input da Bloomberg e Reuters)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.