Campioni dell’Eurozona: nuovi aumenti dei tassi di interesse e delle commissioni bancarie

  • Le banche hanno imposto nuovi aumenti dei tassi di interesse e delle commissioni sui prestiti.

Secondo i dati della banca centrale, il tasso di interesse sui nuovi mutui a settembre è salito al 2,2%, rispetto al 2,17% del mese precedente.

Anche l’aliquota annuale totale (TAEG), che include le spese correlate come il costo della ricerca, dell’amministrazione, della preparazione dei documenti, delle garanzie, ecc., è aumentata al 2,92% rispetto al 2,82% del mese scorso. Anche il tasso di interesse sui mutui per la casa è passato dal 2,87% al 2,95%, mentre il tasso annuo è passato dal 3,69% al 3,79%. Inoltre, il tasso di interesse sugli altri mutui per la casa è aumentato significativamente dal 2,09% al 2,5%.

Per le imprese il tasso sui prestiti fino a 1 milione di euro è sceso dal 3,33% al 3,27%, mentre il tasso sui prestiti oltre 1 milione di euro è aumentato marginalmente dal 3,04% al 3,05%.

Va notato che molti prestiti ipotecari e commerciali sono inclusi negli schemi di sostegno del tasso di interesse da parte dello Stato.

Campioni dell’Eurozona

Viene inoltre indicato che Cipro è leader nell’accuratezza dei tassi sui prestiti, tra gli stati membri dell’Eurozona.

Secondo i dati della Banca Centrale Europea (che fa riferimento alle banche sistemiche), a settembre il tasso composto del costo della vita per i nuovi prestiti alle famiglie per l’acquisto della casa a Cipro era del 2,19%, mentre la media nell’eurozona era del 2,19%. Era l’1,3%. Va notato che Cipro ha il quarto costo di finanziamento più elevato, dopo la Grecia (2,76%), l’Irlanda (2,75%) e la Lettonia (2,48%). I paesi con i tassi di interesse più bassi sono invece Finlandia (0,74%), Portogallo (0,81%) e Slovacchia (0,94%).

READ  L'Italia punta a guidare l'Europa DW اسة

Il tasso composto degli oneri finanziari per i nuovi finanziamenti alle imprese è stato del 3,14%, mentre la media dell’area euro è stata dell’1,48%. Va notato che Cipro è al terzo posto in termini di oneri finanziari più elevati, dopo Malta (4,39%) e Lettonia (3,59%). I paesi con i tassi di interesse più bassi sono invece i Paesi Bassi (0,93%), il Lussemburgo (1,19%) e l’Italia (1,31%).

Fonte: Dialogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *