3 eventi improbabili che potrebbero sconvolgere l’economia nel 2021

Il 2020 è stato a dir poco disordinato. A dire il vero, l’epidemia di Covid-19 e le sue conseguenze per l’economia hanno sventato le previsioni più disastrose. Dopo due ondate di inquinamento, reclusione e coprifuoco imposti alla popolazione, calo record dell’attività, proliferazione di piani sociali e licenziamenti … cosa ci riserva il 2021? Come lo scorso anno, Saxo Bank ha emesso diverse “previsioni scioccanti” per il prossimo anno.

Eventi che è improbabile che si verifichino – la banca d’investimento stima la probabilità che si verifichi solo all’1% – ma che potrebbero avere conseguenze importanti se accadessero. “L’epidemia di Covid-19 e le elezioni presidenziali statunitensi particolarmente caotiche hanno accelerato l’avvento di un lontano futuro finora, accelerando tutte le principali super tendenze sociali e tecnologiche”, ha affermato Steen Jacobsen, Direttore degli investimenti di Saxo Bank. “In breve, lo shock del 2020 significa che nel 2021 il futuro sarà davvero qui”, aggiunge.

Sebbene i paesi si indebitino a livelli record per finanziare i propri piani di sostegno economico e di ripresa, l’istituto finanziario pone un’enfasi particolare sui rischi associati al rimborso del debito.

Ecco tre degli “scenari shock” che sta studiando nel 2021:

La Francia non può più pagare i suoi debiti e chiede aiuto alla Germania

Parigi è la capitale della Francia. Foto / Pixabay gratuiti

Per contrastare il calo dell’attività causato dalle misure restrittive per la salute, la Francia ha lanciato un piano di recupero da 100 miliardi di euro e ha aumentato gli aiuti e le attrezzature come la disoccupazione parziale per le imprese. Di conseguenza, il paese è uno dei paesi europei che mostrerà uno dei più alti livelli di debito nei prossimi anni.

Il debito pubblico dovrebbe salire da quasi il 100% del PIL prima della pandemia al 120% nel 2021. Per non parlare del debito privato, che era già “in aumento” prima della crisi “, a quasi il 140% del PIL. Si tratta di una cifra molto più alta di quella osservata in Italia (106%) e Spagna (119%) ”, sottolinea Saxo Bank.

READ  L'Europa lancia la sua campagna di vaccinazione

In queste circostanze, l’istituto finanziario prevede che nel 2021 si verificherà un’ondata di fallimento in Francia, che interesserà principalmente il settore dei servizi, come ristoranti e aziende legate al turismo. I prestiti garantiti dallo Stato non svolgeranno il loro ruolo protettivo e le banche non saranno in grado di soddisfare le esigenze dell’economia. Il suo reddito bancario netto, che è pari al fatturato del settore, diminuirà e aumenteranno notevolmente gli accantonamenti per perdite su crediti. Gli investitori si ritirerebbero quindi in gran parte dai gruppi bancari che potrebbero crollare come mai prima nel mercato azionario.

Leggi anche – Société Générale e altre banche cadono in borsa dopo la divulgazione dei “file FinCEN”

Dato il cattivo stato delle finanze pubbliche e il livello straordinariamente alto di debito pubblico, la Francia non ha altra scelta che venire a cercare aiuto dalla Germania, al fine di consentire alla Banca centrale europea (BCE) di “iniettare liquidità sufficiente per salvare il sistema bancario su larga scala ed evitare un collasso totale”, così Saxo Bank si aspetta.

“L’idea alla base di questo è il quantitative easing [assouplissement quantitatif, ndlr] In altre parole, la Germania darà la sua approvazione alla Banca Centrale Europea per sostenere l’economia francese acquistando titoli di debito governativi e società francesi. Illimitato nel tempo e negli importi.

L’arrivo di un vaccino porta a un’ondata di fallimenti negli Stati Uniti

Vaccino contro il covid19. fernandozhiminaicela / Pixabay

Gli annunci del vaccino Covid-19 sono rassicuranti e positivi. Tuttavia, fai attenzione a essere eccessivamente ottimista. Il sostegno del governo e i piani di emergenza raggiungono importi storici nel 2020, con un massimo di 2,2 trilioni di dollari sul tavolo negli Stati Uniti in primavera. Il nuovo presidente eletto Joe Biden vuole un nuovo piano di aiuti gratificante. Le banche centrali, come la Banca centrale europea e la Federal Reserve (Fed) attraverso l’Atlantico, hanno pompato enormi quantità di liquidità nell’economia negli ultimi mesi.

READ  L'UE lotta per riprendersi dalla camicia di forza finanziaria post-crisi - EURACTIV.com

Saxo Bank prevede: “Dopo il senno di poi, si è scoperto che l’economia era molto attiva durante l’epidemia e che la forte ripresa dopo il vaccino ha portato a un rapido aumento dell’attività economica”. “L’inflazione sta accelerando e il tasso di disoccupazione sta scendendo così rapidamente che la Federal Reserve consente di aumentare i tassi di interesse a lungo termine, portando a tassi più elevati di titoli di debito più rischiosi”, continua la banca di investimento. Di conseguenza, con la ripresa dell’economia e la possibilità per le aziende di ottenere facilmente finanziamenti da banche e investitori, le condizioni di finanziamento sono state improvvisamente inasprite.

Leggi anche – André, Camaïeu, Conforama … Perché i rivenditori aumentano i rischi di bancarotta

“I tassi di insolvenza delle imprese hanno raggiunto il livello più alto degli ultimi anni”, prevede Saxo Bank. La prima cosa che è scomparsa sono state le società fortemente indebitate nel settore della distribuzione fisica, che stavano già affrontando difficoltà prima della pandemia. Pertanto, la Fed potrebbe commettere un errore strategico, aumentando i tassi per frenare l’inflazione dei tassi e dei salari, provocando un picco nei tassi sui prestiti bancari e un’ondata di fallimenti storici negli Stati Uniti.

Le difficoltà che deve affrontare la più grande economia del mondo non mancheranno di avere ripercussioni su altre nazioni.

Amazon trasforma Cipro in un paradiso fiscale dedicato e l’Unione europea sta reagendo di conseguenza

Cipro. dimitrisvetsikas1969 / Pixabay

I giganti della tecnologia americana stanno diventando sempre più influenti ei loro prodotti non possono essere ignorati. “Abbiamo visto negli ultimi anni che le multinazionali stanno diventando più forti delle nazioni”, ha detto Christopher Dembeck. Saxo Bank ritiene che queste società non si tengano e talvolta adottino approcci “semi-governativi”. Microsoft, ad esempio, ha istituito un ufficio di rappresentanza delle Nazioni Unite a New York e ha nominato un diplomatico per gestire gli affari del governo europeo.

READ  Enrico Leta è il nuovo leader del centrosinistra italiano

Facebook, da parte sua, ha creato una “Corte Suprema” per esaminare specificamente i reclami degli utenti. Nel 2021, Saxo Bank prevede che Amazon si spingerà oltre per dettare la sua politica fiscale su Cipro. Nel contesto della crescente pressione sul colosso dell’e-commerce, accusato di numerosi mali tra cui l’evasione fiscale, Amazon sposterà la sua sede europea da Lussemburgo a Cipro.

“Il paese accoglie il gigante delle vendite online con le braccia aperte e le entrate fiscali che gli consentiranno di ridurre il rapporto debito / PIL di quasi il 100%”, prevede la banca danese. Cipro coglierà questa opportunità dopo aver subito le misure di austerità imposte dall’Unione Europea durante la crisi del debito sovrano del 2010-2012. Quindi, i consulenti di Amazon aiuteranno l’isola a riscrivere il suo codice fiscale per duplicare il codice fiscale irlandese, “ma con un’aliquota d’imposta sulle società e una tassa inferiori, che piace ai dirigenti residenti, fatto salvo il guadagno finanziario inaspettato che ciò rappresenta”.

Leggi anche – La frode IVA sui siti di e-commerce come Amazon sta causando la perdita di miliardi in Francia

Di fronte a questa situazione, l’Unione Europea risponderà senza indugio e costringerà Jeff Bezos a cambiare le sue pratiche. Inoltre, questo evento innescherebbe un movimento per l’armonizzazione fiscale, dettato dall’Unione Europea. Successivamente, vengono adottate regole comuni a Cipro e in tutti gli altri Stati membri. “In questo scenario, preferiremmo vedere un’armonizzazione discendente della tassazione”, spiega Christopher Dembick, senza scendere al livello delle tasse in Irlanda, soprattutto il più basso in Europa.

Gafa potrebbe sottomettersi globalmente alla volontà dei paesi di ridurre i suoi monopoli nel 2021, mentre l’epidemia di Coronavirus non ha indebolito il suo potere e continua ad espandere le sue attività.

Leggi anche – 7 cose da sapere prima di investire i tuoi soldi in borsa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *